Curling: l’Italia agli Europei, l’obiettivo è tornare sul podio

Curling News

Pubblicato il: 15/11/2019



Il miglior risultato di sempre ai Mondiali, uno storico bronzo europeo da difendere, l’ambizione di essere sempre più protagonisti in campo internazionale. Recente passato, presente e futuro del curling azzurro si incontrano da domani a sabato 23 novembre sul ghiaccio svedese di Helsingborg, sede dei Campionati Europei. Un palcoscenico prestigioso per Joel Retornaz (skip), Amos Mosaner (third), Sebastiano Arman (second), Simone Gonin (lead) e Alberto Pimpini (alternate), desiderosi di confermare i brillanti risultati della scorsa stagione e tornare a casa con una nuova medaglia. Splende nei loro ricordi quella conquistata dodici mesi fa a Tallinn, a quasi quarant’anni di distanza dall’unico podio continentale della nazionale maschile. A firmare l’impresa fu la stessa squadra di oggi, con l’eccezione di Fabio Ribotta al posto di Alberto Pimpini. Quest’ultimo subentrò per i Mondiali disputati in Canada nello scorso aprile, in tempo per partecipare al settimo posto dell’Italia, che per una sola posizione non si qualificò alla seconda fase del torneo, stabilendo però il record azzurro di vittorie nell’evento iridato (7 su 12 incontri).

Agli ordini del rinnovato staff composto dal CT Claudio Pescia e dal direttore tecnico Ulrik Schmidt (danese), la nazionale ha ripreso la preparazione in estate con un’importante novità. Joel Retornaz, Simone Gonin, Amos Mosaner e Sebastiano Arman sono ora compagni di squadra anche nel campionato di serie A. Vestono la maglia dello Sporting Club Pinerolo, quella con cui Simone è cresciuto e che Joel ha iniziato a indossare due stagioni fa, conducendo il team allo scudetto – il primo di sempre per una compagine piemontese – nella scorsa primavera. Amos e Sebastiano, plurititolati in ambito nazionale con il Trentino Curling di Cembra (e con Joel come capitano), sono approdati nella società della cittadina olimpica per garantire continuità al lavoro svolto in nazionale. Entrambi sono tesserati per l’Aeronautica Militare e dello stesso gruppo sportivo fa parte Alberto Pimpini, atleta della Virtus Piemonte.

In vista degli appuntamenti più importanti gli azzurri hanno partecipato a vari raduni e tornei internazionali. Tra agosto e settembre in Canada e Stati Uniti, quindi in Cina e in Svizzera; qui hanno gareggiato nel tradizionale Masters Champery, torneo del World Curling Tour nel quale si sono fermati soltanto in semifinale dopo una serie di successi convincenti. Sempre in Svizzera, al Grand Prix Inter di Berna, hanno recentemente centrato il primo posto senza perdere neppure un match. E lunedì sono volati a Copenhagen per gli ultimi test in vista degli Europei, i 12esimi in carriera per Joel Retornaz.

«Nella passata stagione il nostro gruppo è cresciuto e ha ottenuto risultati molto importanti – afferma lo skip – abbiamo affrontato con il piede giusto anche la lunga preparazione dei mesi scorsi, migliorando ulteriormente la coesione e raccogliendo i primi frutti del lavoro svolto. Ma non ci accontentiamo; vogliamo crescere ancora e provare a tornare sul podio la prossima settimana».

L’avventura nel torneo continentale inizierà domattina contro la Russia e proseguirà in serata contro la Scozia campione in carica. Domenica è in programma il match contro la Svezia, oro mondiale argento europeo, lunedì con Germania e Norvegia, martedì con Inghilterra e Danimarca, mercoledì con i Paesi Bassi e giovedì con la Svizzera. Le migliori quattro al termine del round robin accederanno alle semifinali di giovedì; venerdì si giocherà la finale per il terzo posto, sabato quella per l’oro. Helsingborg sarà inoltre il trampolino di lancio per i Mondiali del 2020, a Glasgow dal 28 marzo al 5 aprile. Le prime sette nazioni classificate – esclusa la Scozia che è qualificata di diritto in quanto paese ospitante – otterranno il pass; l’ottava e la nona, insieme alle prime due dell’Europeo gruppo B, saranno invece ammesse a un torneo internazionale (in Finlandia dal 13 al 18 gennaio) che metterà in palio altri due posti per i Mondiali.

Potrà quindi inseguire la qualificazione iridata anche la nazionale femminile, nei prossimi giorni in gara nel gruppo B con l’obiettivo di piazzarsi tra le prime due e tornare così tra i dieci paesi più forti del Vecchio Continente. «Per conquistare la promozione serviranno prestazioni di alto livello ma siamo molto fiduciose – spiega il capitano Veronica Zappone – abbiamo iniziato a lavorare in gruppo durante l’estate e la lunga preparazione tra raduni e trasferte ci ha permesso di trovare un’ottima intesa di squadra». Sul ghiaccio svedese Veronica sarà affiancata dalle altre due piemontesi Angela Romei e Elena Dami e dalle ampezzane Stefania Costantini e Giulia Zardini Lacedelli. Veronica e Angela sono compagne di club al 3S Luca Lovero, Elena Dami è portacolori della Virtus Piemonte. Sarà il CT Violetta Caldart a guidare la formazione azzurra, nelle sfide contro Spagna, Bielorussia, Polonia, Finlandia, Lituania, Slovacchia, Ungheria, Turchia e Inghilterra, prima delle eventuali sfide di semifinale e finale.

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni