Reale Mutua Basket Torino, entusiasmo e ambizione

Basket News

Pubblicato il: 22/07/2019



Battute, sorrisi e entusiasmo hanno caratterizzato la conferenza della Reale Mutua Basket Torino, di presentazione degli sponsor e della maglietta ufficiale e di primi commenti sulla squadra. Per il basket torinese non è ovviamente l’esordio in un campionato di serie A ma dopo le vicende dell’ultima stagione l’entusiasmo è lo stesso del debutto. “Ci siamo trovati qui a fine maggio” ha affermato Stefano Sardara, presidente della Dinami Sassari e promotore del progetto di rinascita della pallacanestro sotto la Mole, “sono stati due mesi di lavoro, abbiamo costruito una società, una squadra e uno staff, abbiamo investito parecchio ma credo che il risultato sia soddisfacente”. “Il gruppo è ambizioso e desideriamo essere protagonisti da subito in un campionato difficile come l’A2” ha continuato coach Demis Cavina, “come obiettivo possiamo fissare i playoff, ma la volontà generale è quella di crescere, correndo e facendo divertire la gente che ci seguirà”.

Nessun giocatore ha già compiuto trent’anni e il roster si è completato proprio ieri con l’ufficializzazione di Kruize Pinkins, ala grande statunitense classe 1993 reduce da un’ottima stagione con la maglia della Junior Casale. Atletico e versatile, con spiccata capacità di recuperare rimbalzi, Pinkins è sbarcato in Europa nel 2015 e ha militato tre anni in Germania, prima di trasferirsi in Piemonte nell’estate del 2018. Qui ha fatto registrare 16 punti e 10 rimbalzi di media sia in regular season sia ai playoff, con ottime percentuali anche nel tiro da tre.

“Caratteristiche comuni di tutti i giocatori che ho a disposizione sono duttilità e ambizione” ha assicurato coach Cavina, “non è stato difficile convincere i ragazzi a firmare perché tutti hanno sposato appieno il progetto. Per quanto riguarda il gioco, mi piacciono le squadre che corrono e che difendono a tutto campo, aspetti che richiedono un’ottima preparazione fisica. La difesa sarà fondamentale, l’attacco dipende maggiormente dalla qualità dei singoli e noi ne abbiamo”.

Presente alla conferenza Mirza Alibegovic, di nuovo a Torino dopo l’esperienza nella stagione 2016/2017, accolto dai tifosi con manifestazioni d’affetto sui social che lo stesso giocatore ha voluto sottolineare ringraziando i sostenitori gialloblu. “La promessa è che non ci accontenteremo e daremo tutto sul campo per renderli orgogliosi di noi” ha aggiunto.

All’incontro con la stampa sono intervenuti Renato Nicolai, amministratore delegato di Basket Torino, Luca Filippone e Alberto Ramella, direttori generali di Reale Mutua e Reale Immobili rispettivamente. L’accordo con il title sponsor è triennale e la storica società torinese di assicurazioni ha messo a disposizione alloggi per i giocatori e locali per gli uffici della dirigenza. Dopo il logo è arrivata anche la maglia, grazie alla partnership con Eye Sport e Dolci Advertising. “Tutto è pronto” ha concluso la sindaca Chiara Appendino, “adesso tocca alla città e ai tifosi far sentire il proprio appoggio”.

Abbonamenti
A questo proposito, martedì 30 luglio scatterà la campagna abbonamenti. Il campionato propone 16 partite casalinghe, comprese le 3 della nuova fase a orologio che metterà di fronte le squadre dei gironi Est e Ovest per decidere l’accesso ai play-off; si giocherà naturalmente al Pala Gianni Asti (il PalaRuffini). Di seguito l’elenco dei prezzi in base alla zona del palazzetto: courtside 680 euro, parterre nero 540 euro, parterre rosso 400 euro, tribuna gialla 250 euro, curva gialla 200 euro, distinti blu 190 euro, curva blu non numerata 160 euro, curva guerrieri 160 euro. Sono previste riduzioni per under 20 e over 70 in tutti i settori tranne courtside, parterre nero e parterre rosso. Per gli studenti under 25, inoltre, ci sarà la possibilità di acquistare l’abbonamento al settore 214 al prezzo di 100 euro. La promozione durerà fino ad esaurimento dei posti disponibili. La campagna abbonamenti rimarrà aperta fino a venerdì 9 agosto e poi nuovamente da lunedì 19 agosto fino all’inizio del campionato.

Per saperne di più leggi anche questo articolo

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni