Tennis in carrozzina: Martin Legner campione nel BNL Open al Monviso Sporting Club

News Tennis in Carrozzina

Pubblicato il: 07/07/2019



Campioni del BNL Open 2019 in doppio, fianco a fianco, Gaetan Menguy e Martin Legner, numeri 1 e 2 del seeding in singolare, e avversari nella sfida per il titolo individuale. E che avversari. Il testa a testa, partito attorno alle 9,30 questa mattina, è durato quasi tre ore ed ha visto al termine il successo del più esperto, l’austriaco classe 1961 che ha così agguantato il titolo numero 84 di carriera a livello individuale ed il numero 256 del circuito ITF in doppio. Numeri strabilianti, quelli di Legner, frutto della sua capacità di muoversi con la carrozzina come pochi altri sanno fare sul terreno di gioco e della molta esperienza accumulata.

Dopo aver perso al decimo gioco la prima frazione Legner non si è disunito ed ha cercato di riportarsi nel confronto quindici dopo quindici. Ha pareggiato i conti con il 7-5 della seconda frazione e nella terza si è portato a condurre 5-2. Reazione d’orgoglio di Menguy, che ha provato a rimettere tutto in discussione riuscendoci solo in parte (4-5) ma è capitolato poco dopo non senza nascondere la delusione per la sconfitta.

Partita vera e degna di un torneo che in soli due anni, grazie alla grande capacità organizzativa di Margherita Vigliano, all’importanza del circolo che lo ospita, è cresciuto in modo tangibile e sembra destinato a farlo ancora, anche in virtù dell’appoggio del main sponsor BNL: “Siamo molto soddisfatti della risposta avuta quest’anno in termini di partecipazione – sottolinea Margherita Vigliano – e dello spettacolo offerto dagli atleti in gara. Speriamo si possa crescere ancora e confermare Torino e il Piemonte terra anche di tennis in carrozzina e grandi eventi”.

Presente in premiazione anche il nuovo assessore allo sport della Regione Piemonte, Fabrizio Ricca: “Un plauso all’organizzazione e a tutti quanti hanno contribuito alla riuscita della manifestazione. Pensiamo già adesso alla prossima, inserendola anche con il nostro patrocinio nei programmi di eventi sportivi della Regione”.

Buon pubblico per la finale e tante emozioni, quelle che il tennis in carrozzina e i suoi protagonisti, sempre con il sorriso sulle labbra, sanno regalare, a se stessi e al pubblico. Per Menguy e Legner, al sesto torneo stagionale in Italia, il prossimo appuntamento, a Forlì, è già dietro l’angolo, a partire da mercoledì prossimo con l’iscrizione in tabellone. Da giovedì i match, per continuare il sogno di campo.

La giornata di sabato
Nella giornata di ieri i due finalisti hanno affrontato un doppio turno. La sessione del mattino ha messo in campo gli otto giocatori approdati nei quarti. Si è visto finalmente all’opera, dopo il bye di primo turno e la vittoria senza giocare negli ottavi a causa del forfait di Luca Paiardi, il numero 25 del mondo Gaetan Menguy. Successo in due rapidi set (6-2 6-1) sul belga Mike Denayer, numero 5 del seeding e campione in carica. Nella parte alta del tabellone affermazione anche per la sorpresa cinese, Zhenxu Ji che ha avuto la meglio sul marocchino Boukartacha, numero 7 del seeding, per 6-2 6-4. Nella parte bassa del tabellone a conquistare il passaggio in semifinale sono stati rispettivamente l’azzurro Luca Arca, autore di un match quasi perfetto e in rimonta contro l’esperto spagnolo Tur (1-6 6-4 6-1) e Martin Legner, seconda testa di serie e tanta esperienza nel circuito, che frequenta ancora da numero 32 del mondo. Legner facile contro il francese Laget (6-1 6-2).

Dopo la pausa pranzo semifinalisti in campo a partire dalle 15,30, con il pieno rispetto dei valori della classifica. Menguy ha stoppato la corsa del tennista cinese, che era partito di gran carriera ed aveva fatto della precisa potenza, soprattutto con il diritto, la sua arma vincente. Il transalpino ha però invertito la rotta del confronto alternando nel secondo e nel terzo set la velocità di palla e restituendo per due volte il 6-2 ricevuto in avvio (2-6- 6-2 6-2). Legner invece non è mai apparso in difficoltà contro Luca Arca ed ha chiuso i giochi sul 6-1 6-2. Ieri si è concluso anche il tabellone Quad (con la formula Round Robin) che ha visto il successo dell’esperto sassarese Alberto Corradi. Seconda piazza per Ivano Boriva.

Roberto Bertellino

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni