Tennis: al Country Cuneo vince Jose Hernandez Fernandez

News Tennis

Pubblicato il: 07/07/2019



Partenza in perfetto orario (ore 17) sul centrale del Country Club Cuneo per l’atto finale del Memorial Francesco Molino, 25.000 $ ITF maschile che ha rinnovato la tradizione organizzativa del circolo, tornato da qualche stagione ad ospitare rassegne internazionali di ottimo livello. Prima del palleggio di riscaldamento e dopo gli inni delle nazioni di appartenenza dei due protagonisti, minuto di silenzio in ricordo di Federico Gonella, Giudice Arbitro della provincia di Cuneo e da sempre a fianco delle organizzazioni dei circoli locali e in particolare del Country Club. Quindi spazio alla sfida di campo con in prima linea il numero 1 del draw, il 29enne dominicano Jose Hernandez Fernandez, numero 273 Atp con un best ranking in carriera di numero 179, e l’emergente cesenate Francesco Forti, numero 418 del mondo e in stagione già a segno nel 15.000 $ ITF della Nuova Casale. Testa di serie numero 8 e arrivato all’atto decisivo a suon di eliminazioni eccellenti come quelle degli olandesi Sels e Browuer, rispettivamente teste di serie numero 2 e 6 del tabellone cuneese.

Primo set della finale molto equilibrato. Il primo a trovare l’allungo è stato l’azzurro che si è portato sul 3-1 con un break. Immediata reazione del dominicano (2-3) e pareggio al sesto game. Più manovrato il gioco di Forti, che in alcune occasioni ha cercato di spezzare l’equilibrio con le palle corte, più regolare e potente quello del numero 1 del draw. Ancora Forti in vantaggio di un break, colto con un perfetto passante di diritto dopo aver chiamato a rete Hernandez Fernandez. Sul 5-3 e servizio il cesenate ha tremato e il rivale di turno lo ha “sentenziato” al termine del gioco con il contro-break sigillato da un diritto molto penetrante. Nuova parità nel game numero 10 (5-5). La decisione al tie-break, con Forti che non aveva sfruttato in precedenza la palla del 7-5. Hernandez Fernandez avanti 6-4 e quasi al traguardo parziale. Reazione veemente di Forti che ha infilato quattro punti consecutivi e incamerato il primo set.

Nel secondo parziale i due protagonisti hanno rispettato i turni di servizio fino al decimo gioco, con Forti alla battuta. Al secondo set point corrispondente alla seconda palla break è stato il dominicano a chiudere i conti e portare la sfida al terzo set. Il cesenate ha pagato nella frazione una serie di errori di diritto che ne hanno limitato la resa. Jose Hernandez Fernandez ne ha approfittato cercando in più occasioni questo colpo nel gioco dell’avversario.

La frazione finale ha visto involarsi nello score il giocatore dominicano (3-1) e Forti trovare immediatamente la freddezza per rimediare (3-2 e servizio). Parità fino al 5-5 con intensità ancora incrementata degli scambi, colpi maggiormente piatti e ficcanti da entrambe le parti. Forti spregiudicato in alcune discese a rete vincenti che hanno sorpreso il numero 1 della rassegna. In sequenza gli ultimi due game. Jose Hernandez Fernandez perfetto nel suo game di servizio e 6-5 in suo favore. Forti ha avuto il primo vero calo del match nel gioco successivo e complici due doppi falli ha ceduto set e match al rivale, che si è imposto 6-7 6-4 7-5 alla soglia delle tre ore di gioco.

“Una grande settimana – ha detto il vincitore – e ringrazio tutti per l’ospitalità ricevuta e il fatto di avermi setto sentire a casa. Contento per la vittoria e pensiero già alla prossima avventura agonistica, da domani nel Challenger di Perugia”. Forti ha confermato di essere un giocatore in crescita: “Sette giorni positivi – ha sintetizzato – peccato per l’esito della finale. Mi è sfuggita proprio sul più bello”.

La sintesi delle semifinali di sabato
La finale che tutti sempre vorrebbero in un torneo, ovvero quella tra il numero 1 del tabellone e un protagonista italiano, ovviamente quando come in questo caso il teatro di gara è azzurro. Da una parte il dominicano Jose Hernandez Fernandez, dall’altra il cesenate Francesco Forti, classe 1999, ottava testa di serie e tennista assolutamente emergente tanto da aver guadagnato dalla fine della scorsa stagione ad oggi oltre 330 posizioni nel ranking. Il primo ad approdare alla sfida per il titolo è stato il tennista che arriva da lontano e fa della solidità la sua arma in più. Colpi ficcanti da fondo campo, per aprirsi gli angoli e ferire i rivali entrando con i piedi sul terreno di gioco ed accelerando ancora. Il tutto supportato da un servizio di livello. Con tale tattica ha annichilito il campione in carica Tomas Martin Etcheverry (che nel 2018 trionfò nel 15.000 $). Primo set iniziato con due break (4-1), poi caratterizzato da una tiepida reazione di Etcheverry che ha recuperato uno dei due minibreak e si è portato fino al 4-5. Il dominicano non ha tremato e al decimo gioco ha fatto sua la prima frazione. Nella seconda è entrato in contesa ancora più convinto e dal 3-1 non ha più avuto esitazioni, con Etcheverry in evidente difficoltà. Score finale 6-4 6-2 e passaggio al match per il titolo.

Il secondo promosso è stato l’azzurro, che con questo risultato entrerà per la prima volta in carriera nei top 400 Atp, abile nel piegare con grande lucidità l’olandese Gijs Browuer, sesta testa di serie. Perso il set iniziale al decimo gioco, anche a causa di alcuni errori di troppo con il diritto, il cesenate non si è scorato e nel secondo ha fatto valere il gioco vario di cui dispone, nel quale il rovescio bimane è una sorta di plus. Successo netto (6-1) e situazione riportata in perfetta parità. La frazione finale è stata nuovamente molto equilibrata ed un break centrato dall’azzurro ha fatto la differenza. Centrato e mantenuto fino al termine, con un momento di parziale difficoltà nel game numero 6 (palla del controbreak annullata). Non così in quello finale nel quale Forti è salito sul 40-15 con grande autorità ed ha chiuso al primo match point. Domani si annuncia spettacolo e tanta emozione per il pubblico che assieperà le tribune del centrale del circolo piemontese. Forti in regione si è già aggiudicato l’unico titolo professionistico che ha ad oggi in bacheca, raccolto nel 15.000 $ ITF alla Sport Club Nuova Casale.

Roberto Bertellino

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni