Reale Mutua Basket Torino, il primo mese di lavoro

Basket News

Pubblicato il: 06/07/2019



È passato ormai più di un mese dalla presentazione ufficiale del progetto di rinascita della pallacanestro maschile torinese. Unendo il title sponsor e il nome scelto dagli appassionati tramite sondaggio sui social è nata la Reale Mutua Basket Torino, iscritta al prossimo campionato di Legadue. A guidarla sarà coach Demis Cavina, emiliano classe 1974, “uno con grande esperienza nella categoria, attenzione ai particolari, fiducia nei giovani e cura del gruppo” come assicurato dalla dirigenza gialloblu. Dopo l’esordio sulla panchina a Castelmaggiore, condotta fino all’A2, Cavina ha allenato in numerose piazze e nella passata stagione è stato a Udine. Con Torino ha firmato un contratto biennale.

Definito l’accordo con il tecnico, la società ha completato il reparto dei playomaker. Hanno firmato Alessandro Cappelletti e Andrea Traini, in arrivo dalla Virtus Bologna e da Montegranaro rispettivamente. Cappelletti, umbro classe 1995, è cresciuto nel vivaio della Mens Sana Siena, con cui nella stagione 2013/14 ha esordito nella massima serie. Nel biennio successivo ha giocato in Legadue a Omegna, guadagnandosi la convocazione agli Europei under 20. Quindi è tornato a Siena, prima di trasferirsi a Bologna all’inizio della passata stagione; 16 presenze per lui nel massimo campionato e 13 nella Champions League vinta dalla squadra felsinea.

Traini è invece marchigiano e più grande di tre anni. È cresciuto nel settore giovanile della Vuelle Pesaro, con cui nel 2009 ha conquistato lo scudetto under 17 e con cui l’anno dopo ha esordito in prima squadra. Nel 2011 è stato argento europeo con la nazionale under 20. Nella stagione successiva è “esploso” in DNA a Recanati, ottenendo una nuova chiamata di Pesaro in serie A. Nel 2014 il passaggio a Napoli, quindi Udine, Brescia (di nuovo in serie A) e Montegranaro. “Cappelletti ha qualità, è giovane ma possiede già un ricco bagaglio di esperienza” commenta la dirigenza, “Traini ha grande temperamento e l’ha dimostrato nel corso della sua carriera superando diversi infortuni”.

Il primo elemento del reparto lunghi è invece Ousmane Diop, ala grande classe 2000, senegalese di origine e cresciuto in Italia, reduce da una stagione trascorsa in condivisione tra la Dinamo Sassari e Cagliari. Si è messo in luce nell’annata 2017/2018 a Udine e anche dopo il suo trasferimento in Sardegna ha fatto registrare numeri importanti nel campionato cadetto. Ha inoltre esordito in serie A e nella FIBA Europe Cup conquistata dalla squadra di Gianmarco Pozzecco.

L’ultimo innesto in ordine cronologico, annunciato pochi giorni fa, è invece Mirza Alibegovic, già protagonista al PalaRuffini nella stagione 2016/2017. Guardia-ala classe 1992, figlio d’arte, Mirza è cresciuto nel settore giovanile della Snaidero Udine e ha debuttato in prima squadra nell’autunno del 2009. Ha militato nella Fortitudo Bologna, a Pesaro, Pistoia, Brindisi, Mantova, Brescia, Torino – con la maglia dell’Auxilium – Capo d’Orlando e Derthona, con cui ha conquistato la Coppa Italia di A2 e con cui ha disputato anche l’ultima stagione, con 18 punti abbondanti di media e ottime percentuali dall’arco.

La società ha qundi presentato il proprio logo, raffigurante un toro su un pallone da basket, a tinte ovviamente gialloblu.

Foto di Massimo Pinca

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni