Beatrice Barberis, la nazionale 3×3 per avvicinarsi alla nuova stagione all’Iren Fixi Torino

Basket News

Pubblicato il: 15/06/2019



Nel basket 3 contro 3 non ci si ferma mai. Se non c’è un fallo o se il pallone non esce dalle linee del campo si gioca. Senza interruzioni. Lo stesso vale in allenamento durante la partitella che chiude la seduta, che anche se disputata tra compagne di squadra ha un’intensità simile alle gare ufficiali. Da parecchi giorni sul parquet della Sisport la nazionale di basket 3×3 si sta allenando in vista dei Mondiali, nei quali difenderà il titolo iridato conquistato nel 2018 a Manila. Quattro azzurre voleranno a Amsterdam, le altre quattro le stanno aiutando a prepararsi al meglio. A dare loro indicazioni e a incitarle a bordo campo c’è il CT Angela Adamoli. È lei che tre anni fa ha convocato per la prima volta in nazionale Beatrice Barberis. “Giocavo abitualmente tre contro tre ma soltanto al campetto” ricorda Beatrice, milanese classe 1995, “quel raduno fu il mio primo vero approccio con questa disciplina, diversa dalla pallacanestro tradizionale molto più di quanto si possa immaginare”.

Già da una decina di stagioni Beatrice Barberis praticava basket ad alto livello. Aveva iniziato perché il suo maestro delle elementari era anche istruttore e l’aveva invitata a provare. Di lì a poco entrò nel vivaio della Geas Sesto San Giovanni, società in cui è cresciuta e in cui ha vinto ben cinque scudetti giovanili tra under 15 e under 19. “Un bel percorso” commenta, “completato da varie promozioni con la prima squadra, dall’A3 all’A2, poi due volte dall’A2 all’A1”. Beatrice ha vestito tante volte la maglia della nazionale giovanile, conquistando anche un bronzo europeo Under 20 nel 2014. Proprio durante l’esperienza azzurra ha conosciuto coach Massimo Riga, che ritroverà tra qualche settimana all’Iren Fixi Torino. “Dopo 13 anni a Sesto ho deciso di provare una nuova avventura, di cercare uno stimolo diverso” spiega Beatrice, il cui approdo in Piemonte è stato ufficializzato qualche giorno fa, “mi sono sempre trovata bene nel lavoro con coach Riga e ho accettato volentieri la proposta della società”.

Nella stessa palestra che a partire dalla seconda metà di agosto ospiterà gli allenamenti delle biancostellate, Beatrice Barberis ha trascorso gli ultimi giorni con la nazionale 3×3. Il suo dinamismo e la sua versatilità in campo – può giocare guardia o ala, interno o esterno, spalle a canestro o attaccare uno contro uno – la rendono una giocatrice perfetta per il 3 contro 3. Tra le sue caratteristiche, inoltre, ci sono la capacità di andare a rimbalzo e di mettere energia in ogni giocata, doti innate e allenate in tanti anni di streetball al campetto. “Lì si gioca senza schemi” racconta Beatrice, “per questo al primo collegiale mi trovai un po’ in difficoltà con la tattica, anche se questa è sicuramente meno rispetto alla pallacanestro”.

Non potrebbe essere altrimenti, perché con 12 secondi per arrivare al tiro (la metà rispetto al basket) non c’è tempo per costruire un’azione elaborata. Non solo; quando si segna non ci si ferma e di conseguenza il passaggio da attacco a difesa (e viceversa) avviene senza pause. “La partita dura 10 minuti e l’acceleratore è sempre premuto” sottolinea Beatrice, “l’allenamento serve proprio per abituarsi a eseguire i gesti tecnici ‘senza ossigeno’; tra questi è fondamentale il tiro dall’arco, che vale doppio rispetto al canestro segnato dentro l’area ed è quindi tentato spesso dalle giocatrici”.

Il 3×3 è un’ottima preparazione atletica per il basket 5 contro 5; sviluppa inoltre la capacità di improvvisare, di leggere velocemente le situazioni e adattarsi di conseguenza, elementi importanti anche sul “campo grande”. Beatrice Barberis giocherà a 3 ancora per tutto giugno e luglio, disputando un circuito di tornei importanti in giro per l’Italia insieme alle altre azzurre. Poi si prenderà qualche giorno di vacanza, quindi tornerà a Torino e comincerà una nuova avventura.

Luca Bianco

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni