Salgari Wild Trail, un’avventura nella natura della collina torinese

News

Pubblicato il: 12/06/2019



A metà tra un trail, una corsa campestre, una camminata, un percorso a ostacoli (assolutamente naturali) e una gara di orienteering, il Salgari Wild Trail è pronto a tornare per il secondo anno consecutivo, domenica 23 giugno. Il ritrovo è alle 9 sulla riva del Po, all’angolo tra viale Michelotti e via San Sebastiano Po. Alle 10, dopo la consegna del kit e delle mappe, si parte con destinazione il colle della Maddalena, lungo l’alveo del rio di Reaglie – piccolo affluente del Po che nasce tra Pino Torinese e Pecetto – e lungo i sentieri della collina torinese. Sulla riva sinistra del rio, in corso Chieri, è sorto un trentina di anni fa il Salgari Campus, il “parco di ecologia umana” che prende il nome dal noto autore di romanzi di avventura, che proprio dai boschi e dai paesaggi della zona trasse ispirazione per le ambientazioni dei suoi romanzi, tra Malesia e Caraibi. Proprio il presidente del Campus, nonché della FISSS – Federazione Italiana Survival Sportivo e Sperimentale, Ezio Maolucci ha presentato in mattinata il Salgari Wild Trail, insieme all’assessore allo sport del comune di Torino Roberto Finardi e al direttore del Settore Sport Luca Palese.

“Non è una gara agonistica bensì un contest eco-sportivo, un’escursione che comprende diverse discipline” ha sottolineato, “è una prova per chi ama l’avventura, per chi sa cavarsela in autonomia senza però rifiutare la cooperazione con le altre persone”. “La nostra federazione non si occupa di sport estremi o pericolosi” ha aggiunto Maolucci, “al contrario, sono discipline che insegnano a essere prudenti, a comportarsi in varie situazioni attraverso simulazioni in mezzo alla natura. Nel nostro Campus accogliamo scolaresche e famiglie, cerchiamo di istruire i visitatori sull’ecosistema, li coinvolgiamo in attività un tempo consuete e oggi quasi dimenticate”.

Queste saranno protagoniste in alcune “prove eco-dinamiche” in programma al termine del Salgari Wild Trail. Per quanto riguarda invece la gara (non competitiva), lunghezza e dislivello sono rispettivamente di 10 km e 500 metri, dai 215 della riva del Po ai 715 del Colle della Maddalena. Il viaggio si svolgerà in un ambiente quasi incontaminato, se paragonato con la città poco distante, e per questo unico, suggestivo e da rispettare.

Per questo motivo l’ISA, associazione titolare del Campus e organizzatrice dell’evento, si è impegnata nella pulizia dell’alveo del rio di Reaglie e dei sentieri che ospiteranno il trail. La gara è aperta a tutti (età minima 12 anni, con i ragazzini accompagnati dai genitori) fino a un massimo di 100 partecipanti. Ci si può iscrivere on line su www.salgaricampus.it e per informazioni si può contattare l’indirizzo salgaritrail@gmail.com oppure i numeri di telefono indicati sul sito.

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni