Turin Kayak Canoe Marathon, gli Amici del Fiume lanciano la maratona del Po

Canoa News

Pubblicato il: 04/06/2019



Una maratona di 26 km in canoa. Qualunque tipo di canoa – kayak, canadese, ocean racing, sup, monoposto, a due o quattro posti – per atleti Junior, Senior e Master, uomini e donne. Nell’organizzare la Turin Kayak Canoe Marathon, gli Amici del Fiume hanno pensato di coinvolgere proprio tutti, agonisti e amatori. “L’idea era portare a Torino qualcosa che ancora non esisteva” spiega Mauro Crosio, presidente del circolo, “per contribuire alla promozione del nostro sport e allo sviluppo del territorio, richiamando tanti appassionati da tutta Europa”. Sabato 22 e domenica 23 giugno l’appuntamento sarà quindi sul Po per un lungo fine settimana di canoa. Il tratto di fiume coinvolto è quello di circa 8 km compreso tra il circolo Amici del Fiume e il ponte dei Cavalieri Templari (ponte Rosso) di Moncalieri, da percorrere per intero oppure soltanto in parte a seconda della distanza (non tutti i partecipanti gareggiano sui 26 km). Di fronte alla sede della società organizzatrice, sulla sponda opposta – quella dei Murazzi – avverranno le operazioni di trasporto, tipiche nelle gare di maratona; gli atleti scenderanno cioè dall’imbarcazione, la tireranno fuori dall’acqua e correranno per qualche decina di metri con la canoa in mano, prima di montarvi nuovamente sopra e proseguire la navigazione.

L’evento è stato presentato in mattinata con una conferenza stampa, con interventi dell’assessore allo sport Roberto Finardi, del presidente FICK Piemonte Massimo Bucci, del presidente della circoscrizione 8 Davide Ricca e del responsabile per lo sviluppo del territorio della Camera di Commercio Guido Cerrato. “Vorremmo che diventasse un appuntamento ricorrente” ha spiegato Mauro Crosio, “per la prima edizione ci aspettiamo circa 200 partecipanti provenienti da sei nazioni compresa l’Italia, ma in futuro contiamo di incrementare significativamente i numeri, per quanto riguarda gli agonisti e gli amatori”. Le iscrizioni rimarranno aperte fino al alla mezzanotte del 9 giugno. Il costo è di 25 euro per ogni giornata di gara, 5 dei quali saranno devoluti all’AIRC – Fondazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.

Nei due giorni della Turin Kayak Canoe Marathon i ricercatori dell’associazione saranno coinvolti in una gara insieme alle Dragonette. Quest’ultime sono spesso riconoscibili sul fiume per le loro magliette rosa e soprattutto per la curiosa imbarcazione che utilizzano: la dragon boat. Tra loro molte hanno sconfitto un tumore al seno; il movimento della pagaiata è una forma di riabilitazione molto efficace in seguito all’intervento chirurgico e l’attivita fisica genera aggregazione, anche perché sulle dragon boat si sale in 22, compresi il timoniere e il tamburino che dettano il ritmo.

Per tutte la canoa è ormai una passione e, tornando all’evento, tra gli obiettivi degli organizzatori c’è proprio quello di richiamare a Torino tanti “turisti” sportivi, richiamati dal fascino del contesto fiume-città. Anche il 24, una volta concluso il week end di gara, approfittando della festa di San Giovanni, sarà possibile uscire sul Po imbarcandosi presso gli Amici del Fiume. Si potrà navigare passando dal centro alla natura dei parchi, verso Moncalieri, in una suggestiva palestra a cielo aperto. Tra colline e montagne, anche considerando la sua provincia, la città è in grado di offrirne parecchie, per ogni esigenza di sport outdoor.

Luca Bianco

Visita il sito dell’evento

Visita il sito degli Amici del Fiume

Foto di Massimo Pinca

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni