Para Ice Hockey: Mondiali, Italia eliminata ai quarti dalla Corea

Ice Sledge Hockey News

Pubblicato il: 01/05/2019



Si conclude ai quarti di finale il cammino mondiale della nazionale italiana di para ice hockey. Sul ghiaccio di Ostrava gli azzurri hanno perso 6-3 contro la Corea del Sud e venerdì alle 13 torneranno in pista per la finalina che assegnerà il quinto posto, nella quale affronteranno la Norvegia, oggi sconfitta dalla Repubblica Ceca padrona di casa. Il match tra Italia e Corea si è aperto con due reti degli asiatici nel primo tempo, entrambe segnate in powerplay. In avvio di seconda frazione Sandro Kalegaris ha accorciato, ma la nazionale bronzo paralimpico in carica ha allungato fino al 4-1 con altri due gol in superiorità numerica. “Queste situazioni hanno deciso la partita e dovremo lavorarci” commenta coach Massimo Da Rin, “inoltre avremmo potuto sfruttare meglio qualche occasione da gol”. La reazione azzurra è arrivata già a fine secondo periodo con Stephan Kafmann, ma nel terzo parziale la Corea ha definitivamente chiuso la pratica volando sul 6-2 e concedendo soltanto un’ultima marcatura a Christoph De Paoli. “Peccato per non essere arrivati in semifinale a lottare per una medaglia” afferma il veterano Florian Planker, portabandiera ai Giochi Paralimpici dell’anno scorso, “del resto sapevamo che sarebbe stato complicato visti i molti cambi di formazione della nostra nazionale e la presenza di tanti giovani. Siamo partiti bene ma abbiamo patito la velocità dei sudcoreani, giocatori professionisti a differenza di noi. Possiamo comunque imparare molto da questa partita e ora proveremo a confermare il quinto posto mondiale di due anni fa per chiudere un buon torneo”. Torneo nel quale l’Italia ha esordito con due nette vittorie su Svezia e Giappone, prima di arrendersi alla Repubblica Ceca nell’ultima sfida del girone ma accedendo ugualmente ai quarti e assicurandosi la permanenza nel gruppo A del mondo. Da segnalare, infine, la presenza in nazionale di quattro giocatori torinesi: il portiere Gabriele Araudo, il difensore Andrea Macrì e l’attaccante Gabriele Lanza, tutti del team Sportdipiù Tori Seduti, e il capitano Gianluca Cavaliere, originario di Caselle ma tesserato per il South Tyrol Eagles.

Foto di Tonello Abozzi

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni