Giaguari, coach Luca Lorandi e il debutto nell’IFL 2019 a Bolzano

Football Americano News

Pubblicato il: 08/03/2019


football americano - Giaguari Torino

Luca Lorandi non ha mai dimenticato il suo primo touchdown. Su kick off return dopo una corsa di 84 yards – record di allora in Italia – segnato nel 1983 con la maglia dei Riders di Sesto San Giovanni contro i Tauri Torino, al Motovelodromo di corso Casale. Sono trascorsi quasi 36 anni da allora e dopo numerose sfide sul campo vissute in campo o in panchina come allenatore Luca Lorandi, milanese e classe ’62, si è stabilito proprio a Torino, nuovo head coach dei Giaguari che domenica debutteranno a Bolzano nel campionato di IFL. La società giallonera si è affidata a un “maestro”, tecnico di trentennale esperienza a livello senior e giovanile, due stagioni nell’americana Villanova University in un coaching staff di NCAA, titoli e finali nazionali nei campionati di categoria, in Prima e Seconda Divisione, attuale capoallenatore della nazionale Under 19 dopo aver lavorato anche con la nazionale maggiore e aver raccolto un argento europeo negli anni ‘90.

Luca Lorandi

“Anche quando ero giocatore il mio obiettivo è sempre stato allenare” ricorda Lorandi, che dopo aver lavorato con Lions Bergamo, Rhinos e Seamen Milano è quindi approdato ai Giaguari. “Torino è sempre stata per me una piazza molto interessante e quest’anno si è presentata un’occasione che ho colto al volo” aggiunge, “mi piace il progetto di una prima squadra improntata sui ragazzi del settore giovanile, mi piace l’ambiente che ho trovato”. Lorandi sarà “istruttore” e allenatore allo stesso tempo, perché lavorerà con atleti ancora “grezzi” da completare a livello tecnico e atletico e gestirà una prima squadra che accanto a una ventina di Under 19 schiera però anche diversi giocatori di grande esperienza.

All’incarico nel team giallonero unirà naturalmente quello con la nazionale giovanile – “un sogno che avevo da tempo nel cassetto e realizzato all’inizio del 2018” – che ad agosto parteciperà ai Campionati Europei di categoria. Due raduni di selezione si sono già svolti e hanno visto protagonisti anche parecchi ragazzi torinesi. “Ai Giaguari ho avuto anche l’opportunità di tornare a vivere il campo in settimana e in partita, cosa che nell’ultima stagione mi era mancata” spiega Lorandi, “sarà per me molto importante per ‘riprendere il ritmo’ in vista degli Europei”. “Quanto al campionato, con la società concordiamo sul fatto che sarà un anno di transizione” conclude il tecnico, “un anno in cui l’obiettivo principale sarà avviare un metodo di lavoro che possa far crescere il gruppo. Sono convinto che quando il meccanismo sarà consolidato i risultati arriveranno”.

La squadra e l’esordio in campionato
La stagione dei Giaguari inizierà quindi a Bolzano contro i Giants, formazione vicecampione d’Italia in carica e sempre protagonista di alto livello nel recente passato. Formazione che tra gli altri schiera anche gli ex gialloneri Yuri Durigon e Fabio Ciattaglia, entrambi elementi della linea d’attacco. Detto dell’head coach, le novità principali per i gialloneri sono il quarterback Mark Wright e Adehkeem Brown, safety che all’occorrenza può giocare come ricevitore. Confermati tanti giocatori del gruppo “storico” di torinesi, tra cui Davide Capello, Davide Montanella, Andrea Morelli, Davide Pizzimento, Luca Romeo e Daniele Torrente, linebacker tornato ai Giaguari dopo l’infortunio di due anni fa e l’esperienza – da giocatore e allenatore – ai Blitz Ciriè. A proposito, i Blitz militano quest’anno in Terza Divisione e schierano diversi ragazzi dei Giaguari, nell’ambito di un accordo tra le due società per lo sviluppo dei rispettivi settori giovanili.

Il coaching staff dei Giaguari guidato la Luca Lorandi – anche offensive coordinator – sarà in continuità con il passato, formato da Riccardo Merola (defensive coordinator con Brian Michitti, import della passata stagione, e special teams), Davide Peiroleri (linea d’attacco, insieme a Max Gertosio), Franz Gerbino (wide reciever, con Massimo Foglio), Maurizio Pirillo (runningback), Paolo Rigazzi (linea di difesa) e Matteo Rossi (linebacker). Il Campionato prevede una formula a girone unico con nove squadre impegnate. Oltre ai Giants Bolzano i Giaguari affronteranno Seamen Milano, detentori dello scudetto, Lions Bergamo, Dolphins Ancona, Ducks Lazio, Warriors Bologna, Guelfi Firenze e Panthers Parma. L’intenzione della società giallonera è riscattare l’ultimo posto del 2018 con buoni risultati e soprattutto buone prestazioni, per celebrare nel migliore dei modi i quarant’anni del club (fondato nel 1979) e ricordare tre figure storiche e importanti scomparse nei mesi scorsi: Mauro Mangiavacchi, Massimo Martinetti e l’ex presidente Roberto Cecchi.

Foto di archivio di Diego Barbieri

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni