Basket: la Fiat Torino cerca punti e fiducia a Pesaro

Basket News

Pubblicato il: 11/01/2019



VL Pesaro contro Fiat Torino, ultima giornata del girone di andata di serie A, domenica alle 12 a Pesaro. Due squadre in difficoltà, a livello di gioco e di classifica, ultime insieme a Pistoia con 8 punti in 14 partite. Nel giorno dell’Epifania la Fiat Torino ha perso all’over time contro Cantù una partita che avrebbe potuto e dovuto vincere. In settimana ha ripreso a lavorare; sulla difesa, sull’atteggiamento in campo, sulla mentalità, senza la quale anche una formazione di indubbio talento come quella gialloblu fatica a raccogliere risultati.

I tecnici Paolo Galbiati e Stefano Comazzi hanno parlato oggi in conferenza stampa. In maniera aperta e sincera, senza nascondere i problemi della squadra e il suo momento di “confusione e difficoltà”. Affermando la volontà di uscirne, semplicemente con il lavoro quotidiano; con un appello ai tifosi e alla stampa, di compattarsi intorno al gruppo e aiutarlo nella lotta per rimanere in serie A.

“In questi giorni abbiamo chiesto ai giocatori di capire il momento e la situazione di emergenza in cui ci troviamo” ha dichiarato Paolo Galbiati, “dobbiamo svoltare per la maglia e per la città”. “La nostra fiducia nei confronti della squadra è totale” ha proseguito l’allenatore, “domenica abbiamo perso per pochi dettagli, era la sensazione a fine gara ed è stata confermata dalla visione dei video della partita”.

“A Pesaro torneremo in campo con l’unico obiettivo di dare tutto” continua Galbiati, “abbiamo cercato di innalzare l’intensità in allenamento, provato situazioni di pressing a tutto campo e di uno contro uno, riguardato le immagini della sfida contro Cantù, ricordato ai ragazzi il talento di cui dispongono. Abbiamo parlato singolarmente con tutti, chiesto più energia”.

Le risposte – a detta dei due tecnici – sono state positive ma è chiaro che il riscontro più importante sarà quello di domenica. Nelle tre passate stagioni, cioè da quando Torino è tornata nel massimo campionato, la Fiat si è aggiudicata tutti i sei scontri diretti contro Pesaro, che non batte i piemontesi dal 23 dicembre del 1992. Precedenti a parte, i marchigiani stanno attraversando un periodo tutt’altro che felice; sono reduci da sei sconfitte consecutive e hanno incassato 320 punti nelle ultime tre giornate.

Hanno così chiamato in panchina Matteo Boniciolli, al ritorno in Serie A dopo parecchie stagioni. “Il suo modo di giocare prevede aggressività e di conseguenza ci aspettiamo un match duro e molto fisico, lotta a rimbalzo, accentuate dal momento negativo che Pesaro sta attraversando” ha spiegato Stefano Comazzi.

“Dal punto di vista tattico il cambio di allenatore conferisce sicuramente imprevedibilità ai nostri prossimi avversari” ha proseguito Comazzi, “d’altro canto l’impossibilità di ‘prevedere le loro mosse’ ci ha permesso di concentrarci maggiormente sui nostri giochi e sui nostri principi difensivi, sull’atteggiamento e sull’impegno”. Saranno questi gli aspetti più importanti, decisivi per conquistare i due punti e provare a cambiare marcia in campionato.

Luca Bianco

Foto di Diego Barbieri

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni