Barricalla CUS Torino Volley al PalaRuffini in cerca di conferme

News Pallavolo Sport Femminile

Pubblicato il: 23/12/2018



Dottor Henry Jekyll al PalaRuffini, Mister Edward Hyde lontano da Torino – secondo la similitudine quasi scontata con il noto personaggio letterario di Robert Louis Stevenson – fino a domenica scorsa il Barricalla CUS Torino Volley aveva vinto le cinque partite disputate in casa senza concedere neppure un set e ne aveva perse altrettante in trasferta senza raccogliere neanche un punto. Fino a domenica, perché a Lecce le cussine hanno centrato la prima affermazione esterna della stagione, invertendo una tendenza che stava diventando una specie di maledizione, anche alla luce dell’eliminazione dalla Coppa Italia subita pochi giorni prima a Martignacco. Una tendenza che comunque sta caratterizzando tutto il campionato di serie A2 (girone A e girone B), nel quale circa tre quarti delle partite sono vinte dalla formazione che gioca in casa.

«Il fattore campo è stato finora un’arma in più per quasi tutte le squadre – sottolinea coach Michele Marchiaro, alla terza stagione sulla panchina del CUS Torino Volley – tutte hanno faticato in trasferta ed è il motivo per cui abbiamo sempre vissuto serenamente le nostre sconfitte esterne». «Lo stesso è accaduto mercoledì scorso in Coppa Italia – prosegue il tecnico torinese – abbiamo perso al cospetto di un ottimo avversario e pur con il rammarico per l’uscita dalla competizione il gruppo è riuscito a ritrovare energia e motivazione per il match contro Cutrofiano». In Puglia le gialloblu hanno azzeccato la partita perfetta dal punto di vista tecnico e mentale, contro una compagine reduce da diverse vittorie e capace di mettere in campo una prestazione degna di nota anche domenica.

Aspetto che valorizza ancor più il risultato conquistato da Gobbo e compagne, che torneranno in campo oggi alle 17 al PalaRuffini nella quarta giornata di ritorno contro Perugia. La compagine umbra è capolista del gruppo B a pari punti (23) con Trento e con cinque lunghezze di margine sul CUS, quinto ma con una partita in meno. Statistiche alla mano è una delle squadre più forti dell’A2 in battuta e ricezione e può contare su un attacco molto pericoloso dato da una rosa di alto livello, che schiera giocatrici con esperienza nella massima serie e nei playoff di quella cadetta.

«All’andata giocammo un buon primo set e poi uscimmo lentamente dalla partita – ricorda coach Marchiaro – possiamo far meglio rispetto ad allora; soprattutto dovremo impedir loro di esprimere il gioco che le contraddistingue, cercando allo stesso tempo di chiudere velocemente gli scambi secondo le situazioni che abbiamo consolidato in questi primi mesi allenamento». Così le torinesi potranno mantenere inviolato il proprio palazzetto e provare a mantenersi a punteggio pieno di fronte al proprio pubblico, sicuramente un fattore nelle precedenti sfide.

«A livello di numeri le differenze tra le diciotto formazioni di A2 sono minime e questo spiega come mai il piccolo vantaggio dato dall”ambiente’ e dal fatto di non dover affrontare il lungo viaggio sia spesso determinante – prosegue il tecnico cussino – il pubblico ci carica, grazie alla presenza delle tante ragazze delle nostre giovanili e dei numerosi sostenitori che ci seguono. Vorremmo coinvolgere sempre più persone in tribuna, per assistere a un campionato molto interessante e avvincente, probabilmente migliore rispetto a quello passato per livello tecnico».

Un campionato nel quale il Barricalla è virtualmente qualificato alla pool promozione – cui accedono le prime cinque – obiettivo da rendere ancor più concreto nelle tre partite in programma durante le feste natalizie, al termine delle quali mancheranno soltanto più due giornate al termine della prima fase di stagione. Il 26 dicembre le torinesi saranno impegnate a Marsala, dopo essersi allenate il 24 e aver viaggiato il 25. Il 30 ospiteranno Sassuolo con il desiderio di riscattare la sconfitta dell’andata in uno scontro diretto per la quarta posizione. Il 6 gennaio scenderanno in campo a Trento, in una nuova difficile trasferta che però, in caso di risultato positivo, potrebbe garantire uno scossone decisivo nella lotta per le prime posizioni.

Luca Bianco

Foto Tonello Abozzi

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni