Hockey Prato: in tre per lo scudetto, HC Bra in testa prima della pausa

Hockey su prato News

Pubblicato il: 23/11/2018



Equilibrio e intensità, lotta e fair play dal primo all’ultimo minuto, giocate di qualità e conseguente grande spettacolo. Si è conclusa 1-1 la sfida di cartello del massimo campionato di hockey prato che sabato pomeriggio ha visto in campo Farmaflor HC Bra e Amsicora, appaiate in testa alla classifica con ventitré punti. Piemontesi e sardi hanno così archiviato le prime dieci giornate della stagione con sette vittorie, due pareggi e una sconfitta, presentandosi alla lunga pausa invernale dedicata all’attività indoor con due lunghezze di vantaggio sull’SH Bonomi, vittoriosa nell’ultimo turno contro l’SKF Valchisone. A Cagliari lo scontro al vertice è terminato con un pareggio, anche se alla luce delle tante occasioni create i gialloneri avrebbero probabilmente meritato il successo. «Avevamo preparato molto bene la partita, siamo rimasti compatti e abbiamo costruito più gioco rispetto ai nostri avversari – commenta Priyesh Bhana, allenatore e attaccante neozelandese del team – ci è mancata un po’ di concretezza davanti alla porta». I braidesi hanno dovuto fare più volte i conti con il portiere avversario e nel quarto periodo hanno colpito un palo. Sono riusciti a difendere con ordine per quasi tutta la partita, passando in vantaggio nel secondo quarto con Giraudo e subendo la rete del pareggio a inizio ripresa.

«Ottimo hockey e bellissima partita – è stato il giudizio unanime delle due società, che dalla stagione 2011/2012 si alternano sul tetto d’Italia. Da allora l’HC Bra ha raccolto quattro scudetti – compresi gli ultimi due – mentre l’Amsicora ha firmato la doppietta tra 2014 e 2016. Anche quest’anno la lotta per il tricolore sembra una questione tra queste due squadre e la stessa rivalità tra la cittadina cuneese e il capoluogo sardo caratterizza anche l’A1 femminile, con le cagliaritane avanti di tre punti rispetto alla Lorenzoni grazie alla vittoria nello scontro diretto. Tornando al torneo maschile, “terzo incomodo” sarà l’SH Bonomi, unica compagine finora in grado di sconfiggere i piemontesi. «Anche in quell’occasione abbiamo creato tanto e segnato poco – ricorda coach Priyesh Bhana – questo aspetto è forse l’unico su cui dobbiamo migliorare in vista della seconda parte di stagione. A livello fisico, tecnico e tattico siamo ben preparati; e stiamo giocando bene anche in difesa, come dimostrano i pochi gol subiti in queste prime giornate (solo tredici, nessuno in A1 ha fatto meglio ndr)».

In attesa di rituffarsi nel campionato su prato, il 9 marzo in casa contro il CUS Padova, la società del presidente Giuseppe Palmieri sarà impegnata nei campionati indoor senior e giovanili, come “allenamento” per il prosieguo della stagione all’aperto e per togliersi nuove soddisfazioni. La prima squadra disputerà la serie A e andrà a caccia dello scudetto, conquistato tre volte consecutivamente dal 2014 al 2017 (e in altre tre occasioni nel recente passato) ma attualmente detenuto dall’HT Bologna. Durante la “regular season” i gialloneri affronteranno Padova, Adige, Bologna, Bonomi e Pisa in partite di andata e ritorno e per disputare la finalissima dovranno piazzarsi tra le prime due. Tra le giovanili, in particolare, i ragazzi campioni d’Italia in under 16 sono passati quest’anno in under 18 e proveranno ad aggiudicarsi il tricolore anche nella categoria superiore.

Luca Bianco

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni