Canottaggio: Rowing Regatta, è sempre Università contro Politecnico

Canottaggio News

Pubblicato il: 05/10/2018


canottaggio - rowing regatta

Sport e divertimento, agonismo e tradizione si mescolano tra loro nella Rowing Regatta, sfida remiera tra Università degli Studi e Politecnico di Torino in programma stasera sul tratto di fiume Po davanti ai Murazzi. L’evento è ormai classico nel panorama sportivo e universitario della città, due mondi che si incontrano nella filosofia del CUS Torino, società organizzatrice della manifestazione. La Rowing Regatta festeggia quest’anno la ventiduesima edizione, presentandosi come sempre con il confronto tra gli equipaggi – otto con timoniere – di Università e Politecnico, accompagnato dall’analoga sfida tra i quattro di coppia femminili. La giornata ai Murazzi del Po si aprirà alla 16.30 con l’inizio dell’open day di dragon boat. Presso il rettorato dell’Università di via Po 17, alle 17.20 si terrà invece la benedizione delle barche che parteciperanno alla Rowing Regatta, che terminata la prima cerimonia sfileranno lungo via Po fino ai Murazzi, a partire dalle 17.30. Poco dopo le 18 scatteranno le gare, iniziando dal quattro di coppia femminile e proseguendo con l’otto maschile, al via alle 18.40. Donne e uomini saranno impegnati in tre prove sulla distanza di quattrocento metri compresa tra il ponte Vittorio Emanuele I (piazza Vittorio Veneto) e il ponte Umberto I (corso Vittorio Emanuele II). Si procederà controcorrente e la vittoria andrà a chi si aggiudicherà due manches. La manifestazione si concluderà con le premiazioni.

Gareggeranno come sempre alcuni dei migliori atleti torinesi di canottaggio, quasi tutti studenti universitari (sono ammessi anche pochi “fuori quota”) e in rappresentanza di quasi tutte le società remiere della città. Molti degli atleti coinvolti hanno vestito la maglia azzurra in diverse occasioni, raccogliendo titoli e medaglie in campo nazionale e internazionale, a livello giovanile e assoluto. Tornando alla Rowing Regatta, l’equipaggio dell’Università guidato da Diletta Diverio (CUS Torino) schiera Edoardo Lanzavecchia (Armida), Miles Agyemang (Armida), Pietro Capelli (Cerea), Emanuele Giacosa (Cerea), Andrea Carando (Cerea), Lorenzo Gaione (CUS Torino), Leonardo Radice (Cerea) e Francesco Squadrone (Amici del Fiume). L’otto del Politecnico avrà come timoniere Haoni Jiang (CUS Torino) e sarà invece formato da Riccardo Italiano (Esperia), Neri Muccini (Esperia), Alberto Di Seyssel (Armida), Alberto Vincenti (Cerea), Alberto Martino (Cerea), Lorenzo Galano (Esperia), Andrea Cavallero (Amici del Fiume) e Filippo Fornara (Armida).

Nella prova femminile saranno in acqua per l’Università Valentina Gallo (CUS Torino), Letizia Tontodonati (CUS Torino), Benedetta Faravelli (Esperia) e Veronica Bumbaca (CUS Torino). Per il Politecnico protagonisti Eleonora Carpino (Esperia), Laura Marchetti (CUS Torino), Chiara Gilli (Amici del Fiume) e Silvia Crosio (Amici del Fiume). Sulle acque del Po vogheranno complessivamente quattro titoli e un argento mondiali under 23, un titolo e quattro argenti mondiali universitari e numerosi titoli italiani, citando soltanto le medaglie più prestigiose. Ma la Rowing Regatta sarà come sempre una festa, il momento per ricordare sfide passate e darsi appuntamento per il prossimo anno.

Rowing Regatta, ventidue candeline
La prima edizione della Rowing Regatta si tenne nel 1997, ideata per valorizzare il Po e promuovere le numerose società remiere che si affacciano sul fiume torinese; “una grande palestra a cielo aperto” come affermato più volte dal presidente del CUS Torino Riccardo D’Elicio. La stessa società torinese, in collaborazione con l’Università degli Studi e con il Politecnico di Torino, cura da sempre l’organizzazione della Rowing Regatta, appuntamento tradizionale dell’autunno sabaudo grazie all’originale e collaudata sfida tra gli otto maschili degli atenei della città. Negli anni il testa a testa si è arricchito con l’aggiunta della prova femminile – con il quattro di coppia – e le due gare sono spesso state accompagnate da attività e momenti collaterali che hanno contribuito a creare un evento oltre lo sport. L’idea originaria è del CUS Torino, che prese spunto da una storica manifestazione che nel diciannovesimo secolo vedeva impegnate sulle acque del Tamigi le prestigiose università inglesi di Cambridge e Oxford, una contro l’altra con i rispettivi equipaggi. L’obiettivo fu subito quello di dare impulso al canottaggio e, in generale, a tutto lo sport universitario torinese, legandoli alla cultura e alla storia che caratterizzano la città.

Nel corso degli anni la sfida tra Università e Politecnico ha regalato momenti di agonismo e divertimento, impreziosita dalla presenza di un equipaggio britannico – proveniente da Oxford o Cambridge – nelle sei edizioni consecutive tra 2003 e 2008. Ingegneri e architetti si sono imposti nelle ultime due stagioni, mentre il conto totale delle vittorie vede gli universitari in vantaggio per dodici a nove. L’anno scorso l’Università si è presa la rivincita a livello femminile e proverà a tornare al successo stasera, quando la Rowing Regatta festeggerà i suoi primi ventidue anni. Sarà inoltre il primo degli eventi inseriti nel programma dell’Ottobre Remiero Piemontese, iniziativa promossa dalla Federazione Italiana Canottaggio in collaborazione con l’assessorato allo sport della Regione Piemonte, con l’obiettivo di celebrare i 130 anni della Federazione, istituita proprio a Torino nel 1888.

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni