Atletica Leggera: una Festa del Cross alla Mandria

Atletica News

Pubblicato il: 05/10/2018



Una tradizione torinese lunga più di cent’anni si rinnoverà sabato 9 e domenica 10 marzo prossimi, quando il parco della Mandria ospiterà la Festa del Cross 2019. La tradizione è quella che lega la città e la sua provincia alla corsa campestre, approdata qui in varie edizioni dei Campionati Italiani assoluti (maschili e femminili) e di società, tra Torino, Vinovo, Venaria e Volpiano, a partire dal lontano 1911 fino a poche stagioni fa. Spiccano inoltre i Mondiali di specialità disputati nel 1997, organizzati al parco del Valentino proprio nel mese di marzo. Alla manifestazione sono attesi più di duemila atleti in rappresentanza di quasi trecento società provenienti da tutta Italia. Non a caso la denominazione è quella di Festa del Cross, evento che nella giornata di domenica assegnerà otto titoli nazionali individuali – quattro maschili e quattro femminili nelle categorie Assoluti, Promesse, Juniores e Allievi – e altrettanti di società (combinata, Assoluti, Juniores e Allievi). In gara ci saranno però anche i Cadetti, con classifiche individuali, di combinata e per regioni; senza dimenticare le staffette Assoluti e Master in programma sabato. «Ci impegneremo al massimo per offrire agli atleti, ai tecnici, agli addetti ai lavori e agli spettatori un’accoglienza all’altezza di un evento così importante – assicura Rosa Maria Boaglio, presidente del comitato regionale FIDAL Piemonte, che insieme a Regione Piemonte e Parchi Reali ha promosso la candidatura.

La Festa del Cross potrà contare su una location d’eccezione. Il percorso è all’interno del Parco della Mandria di Venaria nell’area di Borgo Castello, a un kilometro e mezzo circa dall’ingresso della Reggia di Venaria. Il circuito è lungo due km, molto tecnico e permanente lungo tutto il periodo invernale, con segnalazione della distanza ogni 100 metri. La Mandria è il parco cintato più esteso d’Europa ed è da sempre frequentato da podisti appassionati e agonisti, che possono allenarsi su percorsi di varie lunghezze misurati e omologati. Inoltre, è in fase di progettazione una pista di atletica regolamentare, unica in Europa per via della superficie in erba che aiuta a prevenire gli infortuni e che si presta anche in un’eventuale fase di riabilitazione. Tornando alla manifestazione del 9 e 10 marzo, tanti atleti e società piemontesi proveranno a confermare le medaglie conquistate a Gubbio nella passata stagione; Martina Merlo vinse il titolo assoluto, Pietro Arese quello Junior, il CUS salì sul gradino più alto del podio di società nelle categorie Assoluti e Promesse femminile. Giocheranno in casa, in una grande Festa del Cross.

Foto FIDAL/Piemonte

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni