Podismo: Hipporun, parata di stelle a Vinovo

News Podismo

Pubblicato il: 21/09/2018



Una mezza maratona, una 10 e una 5 kilometri. Più di 1500 partecipanti attesi, compresi una ventina di top runner al via della “mezza”; agonismo e divertimento senza dimenticare un importante risvolto benefico. Ecco ciò che accadrà domenica prossima alle porte di Torino, sulle strade tra Vinovo e Stupinigi, teatro di un grande evento organizzato dalla Podistica Torino in collaborazione con l’ippodromo di Vinovo, luogo di partenza (alle 9.15) e arrivo della mezza maratona, ribattezzata Hipporun. Andrà in scena per il terzo anno consecutivo e mai come in questa edizione il livello tecnico – e di conseguenza lo spettacolo – sarà elevato. Sono parecchi i candidati al podio delle 21,097 km maschile e femminile; atleti italiani e stranieri, detentori di record personali di tutto rispetto sulla distanza. Si presenta con il miglior tempo l’etiope Deme Tadu Abate, che pochi giorni fa ha compiuto vent’anni e che l’anno scorso a Lisbona chiuse la “mezza” in 1h00’46”; notevole anche il suo personale sulla maratona, firmato quest’anno ad Amburgo in 2h06’54”. Tre keniani si presenteranno alla partenza con ambizioni di medaglia: Roncer Konga Kipkorir, Joel Maina Mwangi e Hosea Kimeli Kisorio, tutti detentori di primati personali inferiori all’ora e due minuti.

A ridosso dei primi ci sono l’altro keniano Paul Tiongik e il 38enne marocchino Youssef Sbaai, ormai torinese di adozione e decisamente conosciuto nel panorama podistico piemontese, vincitore della maratona sabauda nel 2016. Sulla mezza vanta un personale di 1h02’41”, stabilito l’anno scorso a Torino; è inoltre il detentore del titolo e della miglior prestazione mai realizzata alla Hipporun, fissata l’anno scorso in 1h02’55”. Tra gli atleti italiani occhi puntati su Yassine Rachik e Ahmed El Mazoury, entrambi con presenze in nazionale, classe 1993 e 1990 rispettivamente e con personali sulla distanza di 1h02’12” e 1h02’39”. Rachik ha inoltre chiuso al terzo posto la maratona dei recenti Campionati Europei di Berlino. Tra gli azzurri al via anche il 39enne pugliese Domenico Ricatti e il trentino classe 1993 Cesare Maestri, specializzato nella corsa in montagna.

In campo femminile l’atleta accreditata del crono più veloce è la 41enne azzurra Fatna Maraoui, nata in Marocco ma trasferitasi in Piemonte vent’anni fa; nel 2011 a Cremona corse i 21,097 km in 1h10’08”. Con lei punta a un piazzamento sul podio l’altra veterana Catherine Bertone, classe 1972 con un personale sulla mezza di 1h13’13”. Valdostana, campionessa di longevità e di lunghe distanze, la Bertone ha corso la maratona olimpica di Rio 2016 e nella stessa distanza è primatista del mondo master nella categoria F45, con il tempo di 2h28’34” fissato nel 2017 a Berlino.

Alla partenza della Hipporun ci sarà la campionessa italiana in carica di mezza maratona, la torinese classe 1990 Sara Brogiato, detentrice di un personale di 1h13’53” corso a Valencia nel marzo scorso. Sempre in chiave azzurra da citare la giovane Nicole Svetlana Reina, classe 1997, e la 29enne torinese Giorgia Morano, con personali sulla mezza intorno all’ora e 15 minuti. Tra le favorite per il titolo spiccano diverse atlete africane; tra loro le keniane Jerotich Lenah e Mary Wangari Wanjohi, capaci in passato di correre in 1h11’23” e 1h11’35” rispettivamente.

Domenica 23 settembre sarà però giornata di corsa per tutti grazie alla 10 km – competitiva e non competitiva – e alla 5 km non competitiva. La prima, denominata Hippoten, scatterà alle 9 dal retro della Palazzina di Caccia di Stupinigi, mentre la Happy Run partirà alle 11.15 e si svolgerà su un tracciato disegnato all’interno delle scuderie dell’ippodromo. L’ultimo kilometro di tutte le prove si correrà sulla pista dell’ippodromo (non sulla sabbia bensì sull’anello di asfalto) e sarà trasmesso sui maxischermi dell’impianto.

Le iscrizioni alla Hipporun si chiuderanno giovedì 20 settembre, mentre per la 10 km e per la 5 km si potrà prenotare un pettorale fino alla mattina stessa della gara. Parte del ricavato della Happy Run, infine, sarà devoluto all’UGI – Unione Genitori Italiani, onlus che aiuta e sostiene le famiglie dei bambini affetti da tumore.

Luca Bianco

Foto Podistica Torino

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni