Basket: Palavela e il quinto americano per la Fiat Torino

Basket News

Pubblicato il: 20/07/2018



Il nuovo accordo tra Fiat Torino e Parcolimpico è stato presentato in mattinata e la più grande novità conseguente a questa partnership è lo spostamento della società di basket torinese dal PalaRuffini al Palavela. Il palazzetto figlio di Italia ’61 e ristrutturato in occasione delle Olimpiadi Invernali del 2006 sarà quindi campo di casa della Fiat Torino nel prossimo campionato di serie A e nella prossima EuroCup, manifestazione cui i gialloblu partecipano per la seconda stagione consecutiva. La squadra avrà a disposizione l’impianto nelle giornate di gara e in quelle immediatamente precedenti (generalmente, quindi, martedì e sabato) e almeno nella prima parte della stagione continuerà ad allenarsi al PalaRuffini o su altri parquet della città. Entro il 31 dicembre, infine, anche la sede societaria si trasferirà al Palavela.

“Una casa nuova e importante” l’ha definita l’AD Massimo Feira, “l’obiettivo è farla diventare il centro delle nostre attività il prima possibile. Tutto questo senza dimenticare il PalaRuffini al quale saremo per sempre legati da ricordi bellissimi”. “La nuova sistemazione è sinonimo di crescita, comodità e modernità” ha proseguito Feira, “ci saranno cinque posti ristoro, tre lounge, parcheggi riservati per gli sponsor e parcheggi pertinenziali per il pubblico”. La campagna abbonamenti scatterà il prossimo 23 agosto una volta che sarà conclusa la mappatura dell’impianto, inizialmente utilizzato nei primi due anelli.

Hanno espresso la propria soddisfazione per l’accordo anche Roberto Finardi, assessore allo sport della città di Torino, e Daniele Donati, DG di Parcolimpico, che ha ricordato i numerosi eventi internazionali accolti dal Palavela nel recente passato, tra Grand Prix, Europei e Mondiali di pattinaggio di figura, Europei di short track e Coppa Davis, le finali della Uleb Cup di basket e gli Europei di pallavolo.

Prosegue, intanto, la costruzione della rosa della Fiat Torino, che oggi ha ufficializzato il quinto giocatore americano. Si tratta di Tony Carr, play-guardia classe 1997 originario di Filadelfia, alla prima esperienza europea e 51esima scelta del recente draft NBA (selezionato da New Orleans). Carr ha frequentato il College alla Penn State e fin dal primo anno si è distinto nel campionato NCAA, ricevendo il premio di giocatore dell’anno in Pennsylvenia, attribuito dal quotidiano USA Today. È un ottimo realizzatore, che nelle ultime stagioni ha fatto registrare 16,6 punti, 4,9 rimbalzi e 4,6 assist di media a partita, tirando con il 40 per cento dall’arco.

Carr è arrivato nella stessa settimana in cui la società ha annunciato anche l’altro statunitense Tekele Cotton, nato in Georgia nel 1993, guardia di grande atletismo e buone percentuali al tiro, molto versatile in entrambe le metà campo e ottimo difensore sull’arco dei tre punti. Dopo aver frequentato il college alla Wichita State University del Kansas, ha iniziato la sua carriera professionistica in Europa nella tedesca BSG Basket Ludwigsburg. Ha giocato in EuroCup e in Champions League.

Luca Bianco

Foto di Filippo Alfero

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni