Volley: Cuneo espugna il PalaFenera, si va a gara 3

News Pallavolo Sport Femminile

Pubblicato il: 29/04/2018



È più difficile giocare con l’obbligo di vincere per rimanere “vivi” in campionato o con la consapevolezza di avere un’occasione d’oro per volare in finale e giocarsi la promozione? Gara 2 delle semifinali di A2 tra Fenera Chieri ’76 e Ubi Banca San Bernardo Cuneo è iniziata con queste premesse, dopo il successo al tie break di Chieri nella prima sfida della serie disputata mercoledì a Cuneo. E a vincere, nella partita del PalaFenera, è stata ancora una volta la squadra in trasferta, di nuovo al quinto set (parziali 22-25 25-23 25-23 19-25 16-18), trascinata da Tereza Vanzurova capace di mettere a segno 34 punti. La schiacciatrice ceca è stata decisiva nel quarto parziale e nel tie break, dove al di là dei punti (8 e 7 rispettivamente) è diventata il principale – per non dire unico – punto di riferimento offensivo della squadra.

Il match è stato ovviamente molto equilibrato. Cuneo è subito passata in vantaggio nella prima frazione e l’ha conquistata grazie alla propria solidità e a qualche errore di troppo delle padrone di casa. Nel secondo set Chieri è salita di livello e ha allungato nella fase centrale con ottime giocate. Le ragazze guidate da coach Pistola sono rimaste però a contatto e dopo un punto molto discusso valido per il 23-21 (anziché 24-20 come invocato da quasi tutto il palazzetto) hanno pareggiato a quota 23. La volata ha comunque premiato il Fenera, tra le schiacciate di Angelina (7 dei 22 punti totali) e i recuperi di Bresciani.

Nel terzo set la difesa cuneese è cresciuta e ha permesso alle ospiti di salire sul 12-16. La formazione di coach Secchi ha trovato un ottimo break pareggiando e procedendo punto a punto fino al 23-23. Una schiacciata di Segura oltre la linea di fondo campo ha regalato il set point che Angelina ha trasformato per il 2-1 Chieri. Da segnalare i 7 punti nel parziale di Manfredini (17 complessivi). La reazione di Cuneo nel quarto set è stata la reazione di una grande squadra, presa per mano dalla sua miglior giocatrice ma capace di azzerare gli errori e non concedere mai alle biancoblu la possibilità di rientrare.

Tie break, dunque, punto a punto fino al cambio campo e al primo mini-allungo di Cuneo propiziato da un’invenzione del libero Caforio (7-9). La partita è sembrata conclusa sul 10-13 ma le padrone di casa hanno impattato sul 13-13. Gli errori in battuta di De Lellis e Angelina hanno regalato due match point, annullati da Manfredini e da un’incomprensione della squadra ospite. Perinelli ha cancellato la terza palla match con il suo 16esimo punto e l’Ubi Banca San Bernardo se n’è procurata una quarta con il 34esimo punto di Vanzurova, chiudendo 16-18 nell’azione successiva.

“Un’altra bella partita” commenta coach Luca Secchi tramite il comunicato della società, “combattuta, come testimoniano i punteggi dei vari set. Ha vinto la squadra che ha meritato un pochino di più. Nel tie break abbiamo regalato 6 palloni su 15, nel computo totale sono punti che pesano, a differenza di gara 1 in cui eravamo stati molto bravi a tenere tutto sotto controllo. Ci sta, data la fatica e l’emozione e non credo sia il caso di recriminare. Ora dobbiamo solo pensare a come far meglio nella partita di martedì”. Gara 3 sarà a Cuneo il primo maggio alle 17 e sarà naturalmente decisiva.

Luca Bianco

Fenera Chieri ’76 – Ubi Banca San Bernardo Cuneo 2-3 (22-25 25-23 25-23 19-25 16-18)
Chieri ’76: De Lellis 2, Manfredini 17, Middleborn 2, Akrari 13, Angelina 22, Perinelli 16; Bresciani (L); Lualdi 9, Moretto. N.e. Colombano, Saldi, Mezzi, Sandrone. All. Secchi; 2° Sinibaldi.
Cuneo: Dalia 2, Vanzurova 34, Mastrodicasa 12, Guidi 11, Segura 10, Borgna 11; Caforio (L); Bonifazi 3, Aliberti 1, Baiocco. N.e. Bruno. All. Pistola; 2° Petruzzelli.
Arbitri: Merli e Toni di Terni.
Note: presenti circa 1000 spettatori. Durata set: 24’, 29’, 29’, 26’, 23’. Errori in battuta: 13-7. Ace: 4-5. Ricezione positiva: 58%-64%. Ricezione perfetta: 28%-34%. Positività in attacco: 38%-44%. Errori in attacco: 13-16. Muri vincenti: 9-10.

Foto Marco Zanetti/Fenera Chieri

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni