Sci Alpino: Marta Bassino quinta a Semmering

News Sci Sport Femminile

Pubblicato il: 27/12/2016


sci alpino - Marta Bassino

Dopo la pausa per le festività Natalizie è ripartita oggi la Coppa del Mondo femminile con lo slalom gigante di Semmering (Aut). La prova si è conclusa con il secondo successo di carriera in specialità per la fuoriclasse americana Michaela Shiffrin che già prima dopo la manche d’apertura si è confermata anche al termine della seconda, con 78 centesimi di vantaggio sulla francese Vorley. La miglior italiana al traguardo è stata la veterana Manuela Moelgg, terza e seconda dopo la prima discesa. Per “Manu” si è trattato dell’11° podio di carriera in Coppa del Mondo, il 9° in gigante. Lo mancava dal 2010. Nelle prime cinque ha chiuso anche la cuneese di Borgo San Dalmazzo Marta Bassino, che era terza al termine della prima parte di gara ed ha commesso alcuni errori nella seconda. Per lei, in ogni caso, il quarto piazzamento tra le migliori cinque del lotto da inizio stagione e la conferma di essere ormai tra le protagoniste assolute della specialità (4° posto nell’attuale classifica di Coppa del Mondo di gigante). Un po’ di rammarico per l’uscita dopo il primo intermedio della manche iniziale dell’aostana Federica Brignone, fino a quel momento la migliore. In classifica anche Francesca Marsaglia, che ha sigillato la sua prova con la 19esima piazza, frutto di una discreta seconda manche nella quale ha cercato di rimediare alla non brillantissima prima discesa. Domani si replica, sulle stesse nevi. Italdonne, sempre sul podio in gigante anche in una giornata non perfetta come quella odierna, pronta a lottare per la vittoria, ancora con le sue splendide protagoniste con Sofia Goggia in testa, oggi tagliata fuori dai giochi ad una porta dal traguardo del primo tracciato, quando era davanti a tutte le concorrenti (la Shiffrin doveva però ancora scendere n.d.r.).

Casse in ritardo a Santa Caterina
Coppa del Mondo anche al maschile, oggi, con il SuperG di Santa Caterina. Terzo posto per Paris in casa Italia e non brillantissimo Mattia Casse, lontano dai migliori come Peter Fill, uno dei favoriti della vigilia. Vittoria al norvegese Jansrud.

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni