Boxe: Andrea Scarpa a Londra per tenersi la cintura

Boxe News

Pubblicato il: 24/11/2016


boxe - Andrea Scarpa

Orgoglio di Foggia, città in cui è nato e che porta sempre nel cuore; orgoglio di Torino, dove si è trasferito da bambino, dove vive, lavora e si allena. Orgoglio per tutta l’Italia, con il suo esempio di sportivo serio, appassionato e vincente. Andrea Scarpa è pronto per una nuova sfida, sabato sera sul ring della Wembley Arena di Londra nella difesa del titolo WBC Silver Superleggeri; una cintura conquistata a fine giugno proprio nella capitale londinese, contro il britannico Hibbert. Anche dopodomani Andrea si troverà di fronte un atleta di casa, Ohara Davies, classe 1992 al match più importante della sua giovane carriera. Il fattore campo non può far paura all’azzurro, che l’estate scorsa si guadagnò gli applausi dei 20 mila della O2 Arena; “sarà una battaglia” afferma, “ma sono pronto all’inferno”. La determinazione è la stessa di qualche mese fa, la consapevolezza è maggiore, la voglia di confermare il titolo è ancor più grande rispetto a quella di vincerlo per la prima volta.

Andrea Scarpa si sente tranquillo e ben preparato. Già da qualche giorno ha rallentato il ritmo degli allenamenti, per arrivare carico e riposato all’appuntamento; ripasso di combinazioni e tattica ed esercizi “giusto per sudare un po’” hanno preso il posto degli allenamenti massacranti delle scorse settimane. Sveglia alle 8 tutte le mattine, un’ora di corsa per cominciare la giornata, un’altra di nuoto intorno all’ora di pranzo, poi due o tre di palestra tra pomeriggio e sera. Il tutto intervallato da qualche momento di pausa per mangiare e riposare. Come accaduto in primavera, nell’ultimo periodo Andrea ha smesso di lavorare – è barman all’Esperia – per dedicarsi a tempo pieno alla sua disciplina.

Se praticata ai massimi livelli è totalizzante e non lascia praticamente spazio a nient’altro, specialmente nell’imminenza di un match. Soltanto la sera dopo cena si potrebbe trovare il tempo per fare altro, ma la stanchezza prende spesso il sopravvento. Un paio d’ore di svago Andrea se l’è prese domenica, per assistere dal vivo all’incontro di pallacanestro tra Auxilium Torino e Reyer Venezia. Tra terzo e quarto periodo è sceso in campo con la sua cintura e il PalaRuffini l’ha accolto con un lungo applauso; una sorta di “in bocca al lupo” del pubblico torinese per un grande campione.

Il match sarà il clou della serata e si svolgerà intorno alle 23. L’intera serata verrà trasmessa in diretta da Sky Sport Plus (canale 205 di Sky) a partire dalle 21

Foto di Tonello Abozzi

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni