Sci d’erba: l’alternativa alla neve, in città e per tutti

News Sci d'Erba

Pubblicato il: 22/10/2016


sci d'erba - Torino

Erba e neve, in fondo, non sono così diverse. Su entrambe si può sciare oppure andare sullo snowboard che, nel caso in cui venga praticato sui prati, si chiama mountainboard. Basta un dislivello, anche piccolo, un breve ripasso e aggiornamento del gesto tecnico, e il popolare sci alpino può trasformarsi in sci d’erba. Lo si può praticare più o meno dappertutto, in montagna e in città; basta che il terreno non sia troppo fangoso – umido è la condizione ideale – né cosparso di pietre e bastoni.

Da qualche mese a Torino si può sciare sull’erba; e la novità più unica che rara è che la disciplina è alla portata di tutti, normodotati e disabili, grazie a una particolare attrezzatura sviluppata negli ultimi anni e in attesa di brevetto internazionale. Sabato 14 maggio è stata inaugurata l’area del Parco del Nobile in strada Vicinale del Nobile 86, una zona collinare poco distante dal centro cittadino predisposta con un impianto di risalita (una manovia montabile e smontabile in cinque minuti), deposito per il materiale, parcheggio, servizi igienici e bar.

L’attività è nata grazie al sostegno economico e non solo del Rotary – Distretto 2031 del Piemonte (con particolare coinvolgimento del Rotary Susa e Valsusa) e di Soroptimist International d’Italia Club Torino, dopodiché la sua gestione è passata nelle mani di Sportdipiù, recentemente affiancata da GreenSki Torino. Lo sci d’erba a Torino è un’attività a “due passi da casa” per moltissime persone, ecologica e a basso costo. E per tutti, come si è già accennato.

Nel luglio del 2011, quando venne fondato a Sansicario il Centro Regionale Sci d’Erba promosso dal Rotary Susa e Valsusa, gli stessi soggetti pensarono di sviluppare questa disciplina sportiva anche per le persone disabili. Iniziò dunque una collaborazione con Luigi Grill, atleta di sci alpino e sledge hockey tesserato per Sportdipiù, che si concluse nella primavera nel 2015 con la presentazione di un’attrezzatura adatta alla discesa di persone in carrozzina o amputate. Attrezzatura tuttora in fase di evoluzione.

A partire dall’inaugurazione del centro torinese, inoltre, sono stati abilitati all’insegnamento diversi tecnici riconosciuti dallo CSEN. Questo ha permesso, a partire dal mese di luglio, di organizzare corsi per ragazzi e adulti, che si sono affiancati alla già presente attività “libera” al campo del Nobile.

Un’occasione per conoscere da vicino lo sci d’erba sarà l’Open Day in programma oggi e domani, con l’area aperta dalle 10.30 alle 18.30. Per partecipare sarà necessario associarsi a GreenSki Torino (costo 15 euro) e portare con sé scarponi e casco. Gli sci saranno messi a disposizione dall’organizzazione, così come i tecnici che offriranno una lezione gratuita di 2-3 ore. Il prossimo progetto per promuovere la disciplina è la sua presentazione nelle scuole, con possibilità di uscite e prove sul campo.

Per concludere, ricordiamo che l’attività di sci d’erba al Parco del Nobile si può praticare previo tesseramento per la società GreenSki Torino e su prenotazione ai contatti indicati di seguito. Il costo della lezione varia tra i 10 e i 15 euro in base al numero di partecipanti; l’utilizzo degli sci e della manovia è compreso in tale quota. Chi non fosse in possesso del materiale per praticare l’attività (bastoni, scarponi e protezioni – casco obbligatorio) può noleggiarlo presso i negozi convenzionati di Jolly Sport (via Nizza 51/53) e La Glisse (via Amerigo Vespucci 50).

Contatti: skiderba@sportdipiu.it, 3331324233 – 3917537268

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni