Hockey Inline: quarto posto per i Draghi Torino

Hockey inline News Sport Femminile

Pubblicato il: 16/05/2016



Si è fermata a sette la striscia di scudetti consecutivi della formazione femminile dei Draghi Torino, che dalla prima edizione del campionato – datata 2002 – aveva vinto il tricolore in nove occasioni e non era comunque mai scesa dal podio. Quest’anno le torinesi si sono dovute accontentare del quarto posto, raccolto ieri a Monleale (Alessandria) al termine della final six. Sabato nel girone eliminatorio hanno battuto nettamente all’esordio il Mammuth Roma, perdendo di misura il secondo incontro contro il Taurus Buja. Da registrare, in questa partita, la frattura alla clavicola occorsa al capitano gialloblu Silvia Carignano, costretta ad abbandonare il torneo. Con il secondo posto nel raggruppamento, i Draghi hanno giocato domenica la semifinale contro il Lepis Piacenza, prima classificata dell’altro gruppo e della regular season. Hanno nuovamente perso con un gol di scarto, al termine di una sfida decisamente equilibrata. Ancora solo una rete ha condannato le torinesi alla sconfitta nella finale per il terzo posto, chiusa 3-2 all’over time dalle friulane di Buja grazie a un golden gol abbastanza rocambolesco.

“Al di là del piazzamento finale siamo abbastanza soddisfatte per il modo in cui abbiamo affrontato l’ultimo atto del campionato” commenta Enrica Battaglia, giocatrice storica e viceallenatrice dei Draghi, “abbiamo dato il massimo; purtroppo non siamo riuscite a confermare il titolo, anche a causa dell’infortunio di Silvia e dei pochissimi allenamenti svolti dalla squadra”. Quasi tutte le giocatrici, infatti, sono impegnate da settembre ad aprile nella stagione di hockey su ghiaccio e la concomitanza con gli allenamenti e i match sul ghiaccio non permettono loro di dedicarsi all’inline.

Le ragazze dei Draghi si sono “allenate”, in pratica, soltanto nei raggruppamenti che compongono la regular season. “Solo da aprile in poi, quando è terminata la stagione sul ghiaccio, ci siamo potute ritrovare e puntare l’attenzione sull’inline” conclude Enrica Battaglia, “ma avremmo avuto bisogno di più di tempo, anche perché quest’anno la rosa ha subito qualche cambiamento e si è ringiovanita”. Avrà modo di fare esperienza e trovare la giusta amalgama in futuro, per tornare a vincere al più presto il campionato.

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni