Bici: Free Electric – la bici che in un’ora produce energia per un’intera casa

Ciclismo News

Pubblicato il: 29/02/2016



power_bike energia bici

“Fare la differenza nella vita delle persone, non solo parlarne”. Questo l’obiettivo di Manoj Bhargava, il miliardario filantropo statunitense di origini indiane, che ha realizzato “Free Electric”, una bicicletta stazionaria, una sorta di cyclette, che con un’ora di pedalate produce energia elettrica per un’intera casa, circa per 24 ore.Una bici pensata per i tre miliardi di persone che nel mondo non hanno l’elettricità.

Per la serie… Quando il denaro ti da alla testa nel modo migliore possibile. Come già fece Bill Gates, anche Bhargava , arricchitosi grazie a un energy drink, ha annunciato l’intenzione di donare il 99% dei suoi averi. “Se si dispone di ricchezza, è un dovere aiutare chi non ne ha”, spiega il filantropo in Billions in change, documentario che illustra proposte innovative per risolvere i problemi del mondo, una ‘chiamata all’azione’ che punta a dimostrare la fattibilità di dare soluzioni pratiche ad alcune delle grandi questioni del Pianeta.

Usare il potere dei pedali per produrre energia elettrica non è un’idea nuova, ma il team di ingegneri di Bhargava è stata in grado di perfezionare il concetto. “E’ la prima macchina a energia ‘umana’in grado di produrre elettricità per alimentare 24 lampadine, un ventilatore, un telefono e un tablet allo stesso tempo,” afferma l’azienda sul suo sito web.

Bhargava spiega che la bicicletta “Free Electric”,  ha un funzionamento semplice, un costo entro i 100 dollari, è facile da riparare in caso di bisogno e genera energia pulita, evitando anche il rischio di rimanere senza elettricità durante i blackout. La bici, in futuro distribuita anche in altri Paesi, è uno dei progetti del laboratorio ‘Stage 2’ dell’imprenditore, dove un centinaio di ingegneri lavorano anche anche al “Rain Maker”, che trasforma acqua di mare o inquinata in acqua potabile e adatta all’agricoltura, e al “Renew”, un dispositivo medico per migliorare la circolazione sanguigna.

Andare in bici quindi, non fa solo bene alla salute, ma può alimentare un’intera casa, soprattutto nei paesi più poveri del mondo. Esistono due versioni: una semplice per i paesi più poveri costa circa un centinaio di euro e un modello più sofisticato rivolto ai paesi più ricchi in cui l’elettricità potrebbe mancare a causa di un disastro naturale disponibile al prezzo di circa 1000 Euro. La produzione delle due versioni inizierà nel 2016.

Per approfondimenti cliccare qui: billionsinchange.com

 

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni