Pallanuoto: le torinesi chiudono i rispettivi campionati con una sconfitta

News Pallanuoto

Pubblicato il: 17/05/2015


pallanuoto - Torino 81 - foto Massimo Pinca

pallanuoto - Torino 81 - foto Massimo PincaSi sono chiuse ieri sera le regular season dei campionati di serie A2 e serie B di pallanuoto e con esse anche i campionati di Torino 81 e Dinamica Torino, giunte a metà classifica (rispettivamente settima e sesta) nei rispettivi gironi. L’ultima giornata non ha regalato soddisfazioni alle due formazioni piemontesi. La Torino 81 ha perso a Padova 11-10 (parziali 3-2, 2-1, 4-4, 2-3), concludendo la propria stagione con la sesta sconfitta consecutiva. Anche la Dinamica è uscita battuta dalla piscina Monumentale, cedendo a Rapallo con il punteggio di 13-7. Decisamente ridimensionata dalle assenza la squadra gialloblu guidata da Simone Aversa, che è scesa in campo con dieci soli elementi, disputando in ogni caso un match decisamente equilibrato e anzi recuperando qualcosa nell’ultimo parziale. A segno, tra i torinesi, Federici, Cranco e Maffé, autori di doppiette, Oggero, Vuksanovic, Lauria e Audiberti.

Non è stato un campionato semplice per la Torino 81, che al di là di qualche punto perso in partite decisamente alla portata aveva giocato un buon girone di andata, candidandosi con forza come una delle pretendenti alla zona playoff. Poi, come già accaduto nella passata stagione, sono arrivati gli infortuni, in grado di condizionare praticamente tutto il girone di ritorno. Con l’allontanarsi del quarto posto è comprensibilmente calata la motivazione, altra spiegazione per un finale di campionato senza punti. Società, tecnico e giocatori hanno da tempo iniziato a pensare e lavorare in ottica futura, per una prossima annata da protagonisti.

Abbastanza diverso il cammino della Dinamica, alla terza stagione consecutiva in serie B. Molti i cambiamenti in rosa e in campo durante la pre season, ragione principale dell’avvio opaco della squadra allenata da Gianluca Garibaldi. Il momento migliore del loro campionato, i rossoblu l’hanno vissuto a cavallo tra il girone di andata e quello di ritorno, quando hanno infilato un certo numero di successi raggiungendo la salvezza. Non è bastato per insidiare le prime due posizioni valide per i playoff ma si è trattato ugualmente di un buon percorso, importante segnale di crescita di un gruppo molto giovane e ambizioso.

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni