Golf: Matteo Manassero torna grande nel Volvo China Open

Golf News

Pubblicato il: 24/04/2015


golf - matteo manassero - foto Nanni sibona Tacco

golf - matteo manassero - foto Nanni sibona TaccoMatteo Manassero, quarto con 139 colpi (71 68, -5), ha guadagnato undici posizioni nel secondo giro del Volvo China Open (European Tour) sul percorso del Tomson Shanghai Pudong GC (par 72), a Shanghai in Cina dove il nuovo leader è il francese Julien Quesne con 136 (69 67, -8). E’ risalito anche Renato Paratore, da 63° a 41° con 145 (74 71, +1) e non hanno superato il taglio, caduto a 146 (+2), Marco Crespi, 79° con 148 (76 72, +4), ed Edoardo Molinari, 95° con 149 (77 72, +5).

Lotta aperta per il vertice
Nella classifica rivoluzionata Quesne è tallonato dal connazionale Alexander Levy, che difende il titolo, e dallo statunitense Peter Uihlein (137, -7), mentre Manassero ha la compagnia di altri due transalpini, Romain Wattel e Jerome Lando Casanova, dei cinesi Ashun Wu e Hao-tong Li e del thailandese Kiradech Aphibarnrat, vincitore domenica scorsa dello Shenzhen International dopo playoff proprio con Hao-tong Li. Al decimo posto con 140 (-4) lo scozzese Richie Ramsay e il coreano Byeong-Hun An e al 15° con 142 (-2) lo spagnolo Rafael Cabrera Bello. Out  l’iberico Pablo Larrazabal e il belga Nicolas Colsaerts, 68.i con 147 (+3), l’inglese Tommy Fleetwood, stesso score di Crespi, e l’altro spagnolo Alvaro Quiros, 106° con 150 (+6).

Il leader e il “tagliato” Edoardo Molinari
Quesne, 35enne di Le Mans con due titoli nel circuito dei quali il secondo conquistato nell’Open d’Italia del 2013, ha realizzato sei birdie e un bogey per il 67 (-5). Gli italiani sono partiti tutti dalla buca 10. Manassero ha siglato un 68 (-4) con tre birdie in uscita e con due birdie e un bogey nel rientro. Paratore ha costruito il 71 (-1) nelle prime cinque buche con due birdie e un bogey ai quali sono seguiti tredici par. Cammino identico per Crespi e Molinari con 72 (par) colpi nati da tre birdie, un bogey e un doppio bogey. Sono in palio circa 3.015.000 euro con poco più di 500.000 euro di prima moneta.

Tadini in lotta per il titolo in Spagna
Alessandro Tadini, quinto con 204 colpi (70 68 66, -12), competerà per il titolo nel giro finale del  Challenge de Madrid (Challenge Tour) sul percorso de El Encín Golf Hotel (par 72), ad Alcala de Henares nei pressi di Madrid in Spagna. Il piemontese si è portato a quattro colpi dal duo di testa composto dallo spagnolo Ignacio Elvira (200 – 66 68 66, -16) e dall’irlandese Ruaidhri McGee (200 – 65 67 68), risalendo con un ottimo 66 (-6) dal 17° posto. Bassa classifica per gli altri tre italiani ancora in gara: Nicolò Ravano, 39° con 210 (66 75 69, -6), Matteo Delpodio, 47° con 211 (70 72 69, -5) e Lorenzo Gagli, 67° con 214 (71 71 72, -2).

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni