Tennis: verso il Challenger di Torino al Monviso Sporting Club

News Tennis

Pubblicato il: 19/04/2015


tennis - Open BNL

tennis - Open BNLQuando tutto parte, come sempre succede e non solo nello sport, il grosso del lavoro è già stato fatto. Anche nell’allestimento di un torneo internazionale il principio è in prima linea. Tra sette giorni prenderà il via il Challenger di Torino, al Monviso Sporting Club di Grugliasco e con l’organizzazione di Ace Tennis Center, realtà che è capofila dell’intero progetto di cui il torneo internazionale rappresenta uno dei momenti di visibilità più importanti, soprattutto nell’ottica di crescita dei ragazzi della Scuola che avranno l’opportunità unica di vedere in prima persona come interpretano la scena di un torneo i professionisti. Il dietro le quinte della rassegna, ciò che non si vede, è stato ed è imponente. Per alcuni aspetti ancora più motivante della rappresentazione stessa, per altri molto più difficile. Occorre organizzare tutto, stare attenti al dettaglio, dai loghi che occorre inserire nelle locandine, al pagamento dei diritti di affissione, dal contatto con gli sponsor a quello con gli Enti patrocinatori. Non ultimo l’aspetto legato all’ospitalità (il torneo la prevede per tutti i giocatori inseriti in main draw), quindi il reperimento delle camere per accogliere i giocatori e i loro staff. Un momento delicato se si considerano gli altri grandi passaggi che Torino vivrà nel periodo del torneo.

Dal momento dell’uscita dell’entry list, poi, massima attenzione alle condizioni di forma degli annunciati protagonisti, garanzia di successo e spettacolo dell’evento. Al pari l’attesa per le wild card, alcune di competenza dell’organizzazione, altre della Federazione Italiana Tennis. Intanto il circolo che andrà ad ospitare il Challenger, che torna dopo oltre 20 anni sugli scenari del movimento internazionale, sta preparandosi a farlo con il primo step della grande e progettata rivisitazione strutturale che lo porrà nell’arco del prossimo biennio al vertice del settore. Area tribune rifatta ed abbellita per ospitare i match clou e quelli che nel corso delle giornate rappresenteranno i momenti centrali del programma.

Ed ancora tutto quanto si lega alla preparazione della conferenza stampa (e buffet che seguirà) di presentazione della rassegna che si terrà giovedì 23 presso l’ufficio dell’Assessore allo Sport del Comune di Torino, Stefano Gallo, essendo il torneo in calendario tra gli eventi di Torino Capitale Europea dello Sport 2015. La macchina operativa, scattata molti mesi prima dell’inizio del torneo, è in piena attività. Molte le persone coinvolte, compresi i volontari e i ball boys che hanno già fatto pratica per presentarsi pronti, al pari dei giocatori, al Challenger. Il tutto supervisionato dall’organizzazione, diretta da Ace Tennis Center, in simbiosi con il direttore del torneo, Giorgio Tarantola, esperto di settore. Tra pochi giorni, dunque, su il sipario.

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni