Hockey ghiaccio: a Torino è spettacolo ma la Valpe cede 4-6 all’Asiago

Hockey su ghiaccio News

Pubblicato il: 23/01/2015


HC Bodino Engineering Valpellice - foto Andrea Provenzano

HC Bodino Engineering Valpellice - foto Andrea ProvenzanoIl Pala Tazzoli di Torino ha ospitato ieri sera il big match della 34esima giornata del massimo campionato, con i piemontesi del Valpellice opposti alla prima della classe, l’Asiago. Padroni di casa con Kevin Montgomery sul ghiaccio, in arrivo dal Caldaro, ma privi dell’altro ultimo acquisto, David Brine. Assente Luca Frigo che ne avrà per un  mese dopo essere stato colpito da un puck nella sconfitta di Appiano. L’Asiago deve rinunciare a Benetti e Casetti. Prima della gara intenso minuto di silenzio in memoria di Ivan Ballada, storico attrezzista della Valpe scomparso in settimana. Sullivan firma in apertura il vantaggio dell’Asiago, su rimbalzo, per una partita che poi vive una specie di stasi con i padroni di casa che non riescono a fare gioco contro un Asiago ben impostato in difesa. Nella seconda parte del tempo la gara si vivacizza. I portieri fanno qualche intervento prodigioso ma ad arrivare al pareggio, prima della sirena, è Di Casmirro che insacca dopo un palo di Signoretti. Nella seconda frazione gli stellati fanno gioco ma poi a metà tempo, fiammata improvvisa. Devergilio risponde al gol di Canale. E’ solo il preludio ad un’intensa seconda parte di tempo. Proprio al 30’ Miglioranzi e Borrelli vanno in panca puniti. La Valpe non si fa attendere: l’ex Johnson firma il vantaggio dei piemontesi. Ma anche la reazione dei giallorossi non si fa aspettare. Borrelli ed Ulmer, di prepotenza, riportano l’Asiago avanti.

Nella terza frazione gara molto combattuta e divertente. Di Casmirro firma il pareggio dei Bulldogs ma ancora una volta l’Asiago si riporta avanti con Devergilio quasi al 56’. La rete è di quelle pesanti perché il Valpellice non ha la forza di trovare il pareggio mentre l’Asiago conquista i tre punti con la rete a porta vuota di Bentivoglio. Veneti avanti nel Master Round. Valpellice che perde ulteriore contatto dal Milano che ora viaggia con tre punti di vantaggio nei confronti dei torresi in quarta posizione in attesa della Final Four di Coppa Italia. Asiago sempre in vetta con 80 punti ma il Val Pusteria non cede terreno. E’ secondo a 77, davanti a Renon (71) e Milano (62).

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni