Sci alpino: Max Blardone e il segreto del lavoro

News Sci

Pubblicato il: 12/01/2015


sci alpino - Max Blardone

sci alpino - Max BlardoneLa parola d’ordine, a 35 anni compiuti, è lavoro, lavoro e ancora lavoro. Guida l’oggi di Massimiliano Blardone, sabato scorso 12° nel classico gigante di Adelboden. Quando testa, fisico e materiali sono allineati e lavorano nella stessa direzione, condividendo progetti e programmi, i risultati rappresentano il giusto coronamento dell’impegno. E’ noto a tutti il suo carattere determinato così come il fatto che non abbia mai smesso di credere nelle sue potenzialità e in quello che può ancora dare a se stesso ed allo sci alpino. Le ultime due gare confermano come il lavoro di squadra ed il feeling con il team Elan stia portando anche materiali sempre più performanti ed adatti alle sue caratteristiche, in grado – insieme alla sua preparazione atletica – di restituirgli posizioni di rilievo. “Sono davvero contento” dichiara Max “del lavoro di squadra che – sin dall’estate – abbiamo impostato con Elan (www.elanskis.com) Settimana dopo settimana e gara dopo gara abbiamo lavorato su più fronti per mettere a punto nuovi accorgimenti sugli sci che sento sempre meglio”. Dopo la gara in Badia, Max ha avuto modo di mettere a punto un nuovo set-up, migliorativo, che – visti i risultati – sembra essere determinante e comprende anche una modifica sugli scarponi, condivisa con Fischer (www.fischersports.com).

La preparazione atletica di Max è continua, il lavoro costante in palestra gli restituisce una buona condizione fisica – i test atletici sono addirittura i migliori di sempre – e liquida i dolori al ginocchio ed alla schiena con cui convive da anni con molta serenità “E’ raro vivere al 100% della forma, il segreto è convivere con serenità e non permettere che rovinino le prestazioni”. Quella di sabato non è solo una prova d’orgoglio, ma il risultato di un lavoro serio e programmato, come un atleta della sua esperienza è in grado di esprimere. Aggiunge Blardone “Appartengo ad una generazione di ragazzi con principi forti, educati e rispettosi dell’esperienza e della conoscenza di chi ha vissuto prima di loro. Io spero di fare la mia parte nell’essere semplicemente me stesso. I giovani, per loro natura scalpitano, sono più diretti, sentono di avere la ragione sempre dalla loro parte, come è naturale che sia. I risultati del fine settimana sono un bel segnale per tutto lo staff della Fisi: grandi prove per tutti, strepitoso Stefano Gross tra i pali stretti.”

Il sostegno della community di Expo Milano 2015 da’ grande carica a Max. “Siamo lieti che Massimiliano Blardone – dichiara Rossella Citterio, Direttore della Comunicazione di Expo 2015 S.p.A – abbia deciso di far parte della squadra degli Ambassador di Expo Milano 2015 e di indossare il logo dell’Esposizione Universale durante le prove di Coppa del Mondo di sci. Con la sua professionalità e il suo atteggiamento positivo Blardone sarà di grande aiuto a diffondere in tutto il mondo il tema di questo evento: Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. Il suo contributo è on line all’indirizzo: http://www.expo2015.org/it/massimiliano-blardone.

Ed ora i Mondiali di Vail-BeveerCreek, in programma nel prossimo febbraio, non paiono più una chimera. La speranza di esserci è forte per tornare ad essere protagonista laddove nel 2006 Max Blardone taglò per primo il traguardo.

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni