Sci Alpino: Matteo Marsaglia si ritrova a Beaver Creek

News Sci

Pubblicato il: 07/12/2014



Matteo MarsagliaIl superGigante di Beaver Creek ha riportato il valsusino di origini laziali, Matteo Marsaglia, tra i grandi della velocità. Matteo sulle stesse nevi e due anni fa era salito alla ribalta centrando il successo pieno. Ieri, in supergigante e dopo aver palesato progressi di condizione già nella discesa di venerdì, è tornato tra i top ten, chiudendo all’8° posto a 1″01 dal vincitore, l’austriaco Reichelt, autore di una prova praticamente perfetta e capace di interrompere il dominio del norvegese Jansrud, giunto secondo a 52 centesimi. Quarto posto per Peter Fill, il capitano e veterano della compagine azzurra, scaraventato fuori dal podio quando sembrava ormai sicuro, dal francese Pinturault, sempre più versatile e anche per questo uno dei candidati alla vittoria finale nella classifica generale di Coppa del Mondo. Torniamo a Marsaglia. Linee efficaci, forse un po’ troppo in trattenuta, ma atteggiamento tattico e tecnico dei giorni migliori. Forse la sua stagione vera, dopo quella travagliata dello scorso anno e il piccolo infortunio al polpaccio patito in fase di preparazione in questo 2014/2015, è partita ieri. Un po’ meglio rispetto alle ultime uscite anche Mattia Casse, che ha fermato il cronometro con 2″92 centesimi di ritardo dal miglior protagonista di ieri. Buon quinto posto del solito Dominik Paris.

Nella discesa femminile di Lake Louise, che ha salutato il ritorno alla vittoria dell’eterna americana Lindsey Vonn, Francesca Marsaglia ha chiuso in 48esima posizione con oltre 4 secondi di ritardo dalla statunitense. Miglior azzurra, settima al traguardo, Elena Fanchini. Oggi (17,45 la prima manche) gigante maschile. Seconda manche alle ore 20.45 con diretta televisiva su Raisport1 ed Eurosport1, seconda prova stagionale di Coppa del mondo fra le porte larghe. Si tratta di Roberto Nani, Davide Simoncelli, Max Blardone, Florian Eisath, Giovanni Borsotti, Matteo Marsaglia, Mattia Casse, a cui si aggiungono il ventiquattrenne torinese Giulio Bosca e il veterano Alexander Ploner. Sulla pista del Colorado si dono disputate tredici gare di gigante, l’Italia vanta una vittoria con Max Blardone nel 2006 e un terzo posto con Davide Simoncelli nel 2012.

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni