Football Americano: Rodolfo Ligotti alla prima da titolare in Giaguari Torino – Giants Bolzano

Football Americano News

Pubblicato il: 30/05/2014


Giaguari Torino - Foto Cristina Brunello

Qfootball americano - giaguari torino - rodolfo ligottiuella di domenica, allo stadio Primo Nebiolo contro i Giants Bolzano, non sarà una partita come le altre per i Giaguari Torino, a caccia di una vittoria per continuare a inseguire il sogno playoff. Sarà un match speciale soprattutto per il giovane quarterback giallonero Rodolfo Ligotti, alla prima da titolare con la maglia della squadra senior, vista l’assenza per squalifica di Andrea Morelli. “Non ho mai giocato dal primo minuto neppure l’anno scorso in LENAF” racconta Rodolfo, capitano dell’under 19, “partire in formazione in IFL e per giunta in una partita così importante è davvero una grande occasione”. L’ultima è stata una settimana di normale allenamento per i Giaguari, che hanno analizzato grazie ai video il gioco dei Giants e hanno ripassato i propri schemi. “Per me sarà la prima volta contro questi avversari, che non ho affrontato neppure con la giovanile” spiega il qb classe 1995, “ma molti miei compagni li conoscono, per i precedenti in campionato e per le esperienze in nazionale. Siamo preparati e come sempre scenderemo in campo per vincere, consapevoli che un successo ci avvicinerebbe al quarto posto”.

Per Rodolfo Ligotti, l’ufficialità del posto da titolare è arrivata soltanto mercoledì. Dopo molti spezzoni di partita ecco finalmente un ruolo da protagonista: “con la prima squadra ho già trovato spazio in parecchie occasioni e per diversi minuti, sia l’anno scorso che in questa stagione. Sempre però a risultato praticamente acquisito, quando tutti giocano più sciolti e rilassati. Dopodomani sarà tutto diverso, sullo 0-0 avrò molta più responsabilità addosso”. Un peso che anche il “maestro” Andrea Morelli si prenderà idealmente sulle spalle: “Andrea è un punto di riferimento, gioca in nazionale ed è uno dei migliori in Italia. Ha molta esperienza, mi dà consigli e mi incoraggia. Tra noi c’è un ottimo rapporto”.

Il giovane quarterback dei Giaguari Torino, che in autunno ha guidato l’under 19 alla semifinale del campionato di categoria, analizza il salto tra i più grandi: “ci sono innanzitutto una differenza numerica e una di dimensioni del campo; nella giovanile si gioca in nove, tra i senior in undici. In prima squadra gli schemi sono più complicati, gli avversari molto più grossi e preparati atleticamente. Nell’under 19 un qb con buona tecnica può cavarsela anche senza un gran fisico, in IFL questo è impossibile”.

Rodolfo Ligotti non ha paura e non vede l’ora di scendere in campo (il kick off è previsto per le 15): “adesso sono tranquillo, darò sicuramente il massimo e penso che mi divertirò come sempre” conclude, “sentirò un po’ di tensione all’inizio, poi con le prime azioni l’agitazione andrà via e lascerà spazio alla sola voglia di vincere”.

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni