Rugby: Gli azzurri sfidano i Wallabies. Stadio Olimpico 9 novembre ore 15 per il Cariparma Test Match 2013.

News Rugby

Pubblicato il: 08/10/2013



FIR_visual_testmatch_calendarioSono passati 5 anni dalla prima e unica volta in cui la Nazionale italiana di rugby è scesa in campo all’Olimpico di Torino. Era il 15 novembre 2008, quando gli azzurri, allora allenati da Nick Mallett  furono sconfitti per 14-22 dall’Argentina.

“Ci auguriamo che questa volta, la nostra sia una vittoria. Ci confronteremo con i primi del mondo, un ciclo di partite che ha tutta l’aria di essere un grande test, per dimostrare come anche l’Italia, soprattutto per il lavoro svolto nell’ultimo anno, possa rappresentare un riferimento nel panorama mondiale.”  Con questa sicurezza Alfredo Gavazzi, Presidente della F.I.R., Federazione Italiana Rugby, ha dato il via alla conferenza stampa di presentazione del primo dei tre appuntamenti del Cariparma Test Match 2013.

“L’appuntamento torinese del 9 novembre è la tappa inaugurale di un trittico autunnale che vedrà impegnati gli Azzurri di Jacques Brunel per tutto il mese. Dopo il match contro l’Australia all’Olimpico infatti, la competizione proseguirà a Cremona contro Fiji il 16, per concludersi a Roma contro l’Argentina il 23. Il numero di biglietti venduti per la gara, che segna il ritorno a Torino dell’Italrugby dopo il sold-out del 2008 contro l’Argentina, aumenta rapidamente giorno dopo giorno. Ieri sera la prevendita ha superato quota seimila tagliandi staccati dopo appena due settimane dall’apertura del ticketing.”

Questa mattina, alla conferenza stampa di presentazione del test match Italia-Australia,  nella Sala delle Colonne del comune di Torino in piazza Palazzo di Città 1, oltre a Presidente Federale rugbista, sono intervenuti anche, Riccardo D’Elicio, presidente Cus Torino, l’assessore comunale allo sport Stefano Gallo e Franco Ferraresi, direzione Sport Regione Piemonte.

Riccardo D’Elicio, Presidente del Cus, prima public company rugbistica italiana ha dichiarato: “Metteremo in campo tutte le nostre forze per riempire lo stadio. Il Piemonte vanta una tradizione rugbistica lunga cent’anni. Vogliamo dimostrare alla Federazione che vale la pena investire nella nostra regione, soprattutto sul versante giovanile. La crescita dell’attività di giovani e allenatori è unica in Italia e dimostra l’eccellenza piemontese.”

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Franco Ferraresi che ha sottolineato “l’aspetto valoriale di questo sport, che fa della lealtà e del rispetto delle regole un fondamento. In molti dei cd. ‘paesi evoluti’, non è un caso, che il rugby sia una materia obbligatoria nelle scuole e nelle università. Siamo indietro a livello italiano, ma puntiamo a fare del rugby uno sport di base.”

Per quanto riguarda l’aspetto organizzativo e logistico è intervenuto l’Assessore Gallo che spiegato che “la città di Torino ed il movimento rugbistico piemontese preparano un’accoglienza in grande stile. Abbiamo stanziato 35 mila euro per l’evento, messo a disposizione gratuitamente lo Stadio Olimpico, cuore pulsante dei Giochi Invernali del 2006 e in collaboriamo con Fir nelle attività di comunicazione.”

La prevendita di Italia v Australia prosegue, unitamente a quella per le sfide del 16 novembre a Cremona contro Fiji e del 23 all’Olimpico di Roma contro l’Argentina, su www.lisclick.it, Call Center 892.982 e nei punti vendita autorizzati LIS. Prezzi su ticket.federugby.it 

Da lunedì, inoltre, nella sede del CUS Torino in via Paolo Braccini 1, sarà attivato un esclusivo punto vendita dedicato ad “Italia vs Australia”, aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 13 alle ore 19.

La sfida ai Wallabies sarà solo un primo passo di un percorso che, nei giorni a venire, accompagnerà gli appassionati piemontesi ed italiani verso la sfida ai due volte Campioni del Mondo.

Guarda dove praticare Rugby a Torino e dintorni

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni