Una festa per chiudere in bellezza la stagione del Cus Torino

News Rugby

Pubblicato il: 20/06/2013


Cus Torino Rugby - Foto Diego Barbieri
Cus Torino Rugby – Foto Diego Barbieri

Giochi di gruppo e d’acqua e un pranzo tutti insieme, per gustare l’infinita varietà di piatti preparati dalle fantastiche mamme dei ragazzi del Settore Propaganda. Per non parlare della divertente sfida fra la prima squadra, con il coinvolgimento anche di alcuni dirigenti, e l’Under 14. E poi alla sera la grigliata e la musica degli Aurum per completare, ballando, la giornata. La Festa che ha animato sabato il centro sportivo Angelo Albonico ha ufficialmente concluso la stagione del Ce.S.In. CUS Torino. Un’annata che va in archivio con molti motivi di soddisfazione per il club universitario.

Partendo dalla prima squadra, è tempo di esaminare qualche numero che ne esemplifica l’ottima partecipazione al girone B della serie A. In tutto nelle 22 partite disputate i biancoblù hanno segnato 53 mete. Il topscorer è stato Walter Tinebra, a quota 6, seguito da Lucas D’Angelo e Alex Leo (5), Willem Heymans, Andrea Merlino e Francesco Narcisi (4), Stefano Amadio e George Iacob (3), Nicolas Jaluf e Vittorio Lo Faro (2) e Alessandro Alparone, Gianmarco Baire, Charles Clyde-Smith, Carlalberto Lo Greco, Paolo Martina, Marco Monfrino, Marco Montaldo, Manuel Musso e Adriano Nicita (1). Sei sono state le mete tecniche. L’anno scorso in 22 match di serie B, comprese le due di playoff, le mete erano state 59. In tutto i punti segnati sono stati 442 contro i 459 e il miglior marcatore è stato D’Angelo, con 181 punti, frutto di 5 mete, 30 trasformazioni, 28 piazzati e 4 drop. I punti subìti sono stati 389, a fronte dei 264 del 2011-2012.

«Il rendimento in attacco – spiega il direttore sportivo Salvo Lo Greco – è stato molto positivo, a dispetto di una categoria superiore, e anche quello difensivo, considerando il livello più elevato degli avversari affrontati e che i maggiori passivi sono stati incassati nelle ultime gare del girone di andata, in cui abbiamo dovuto fronteggiare un gran numero di infortuni. Molte mete sono state ottenute con azioni di maul e di mischia e ciò attesta la validità dei nostri raggruppamenti, che hanno continuato a essere una delle nostre armi vincenti». Nel complesso coach Regan Sue ha convocato 41 atleti, contro i 38 della passata stagione. «L’aspetto più confortante – osserva il ds – è che il nostro tecnico ha fatto girare una trentina di giocatori che ha un’età media di 22 anni e per la maggior parte è formata da giovani cresciuti all’interno del nostro vivaio. Una decina di loro sono ragazzi nati dal 1992 al 1994, che hanno esordito in una categoria del tutto nuova, collezionando anche dei minutaggi importanti e dimostrando di sapersela giocare alla pari contro avversari di maggiore esperienza. Il prossimo anno il loro contributo alla causa sarà ancora più importante. Ci attenderà una stagione molto impegnativa, perché nell’ottica della ristrutturazione dei campionati, aumenterà il numero delle retrocessioni. Per essere sicuri di rimanere in serie A bisognerà piazzarsi nelle prime sette».

In prima squadra saliranno gli elementi migliori dell’Under 20, che hanno già avuto l’opportunità di mettersi in evidenza. «Le due compagini che abbiamo schierato in categoria si sono comportate molto bene, dal momento che la prima è stata promossa in Elite e la seconda si è piazzata terza nel girone 4 lombardo. L’Under 23 si è poi classificata terza e l’Under 16, seppur molto rinnovata rispetto all’anno scorso, è arrivata sesta in Elite. Le Under 14 in Piemonte non hanno rivali ed è la dimostrazione dell’ottimo lavoro che si sta facendo nel Settore Propaganda». Anche la cadetta è reduce da un’ottima annata e nella prossima avrà un ruolo strategico. «La serie C – afferma Lo Greco – sarà unificata e allestiremo una squadra giovane e competitiva con molti talenti emergenti dell’Under 20. L’obiettivo sarà la promozione in B, per creare una bella opportunità di sbocco per i ragazzi destinati a crescere con la prospettiva di giocare in prima squadra». A proposito di futuro, il mercato impazza e Lo Greco sta chiudendo alcune importanti trattative, che saranno ufficializzate nelle prossime settimane.

Guarda dove praticare Rugby a Torino http://sportorino.it/cerca.php?sport=81

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni