Rugby: il Cus Torino si prepara alla sfida con la capolista Colorno

News Rugby

Pubblicato il: 12/12/2012


Rugby Cus Torino - Foto Massimo Pinca

Rugby Cus Torino - Foto Massimo PincaUna sconfitta arricchente. Così può definirsi quella di domenica scorsa del Ce.S.In Cus Torino contro il Rangers Vicenza (26-17 per gli ospiti). A dispetto delle assenze pesanti di Charlie Clyde-Smith e Willem Heymans, coach Regan Sue ha schierato una squadra motivata e pimpante, che ha messo in seria difficoltà la seconda in classifica. Al 23′ della ripresa è stato espulso Lucas D’Angelo e in 14 contro 15 i cussini, che erano in vantaggio per 17-9, hanno subìto un break di 17-0.

«Questa gara – spiega il direttore sportivo Salvo Lo Greco – ha dimostrato ancora una volta che il nostro sistema di gioco funziona, i ragazzi sono ben allenati e purtroppo il campionato di serie A senza top player è veramente difficile da affrontare, tenendo conto che siamo una compagine giovane, con un’età media di 22 anni. Non dimentichiamo che lo statunitense Louis Stanfill, l’atleta che domenica ha vinto il premio come “man of the match” ha all’attivo due partecipazioni alla Coppa del Mondo». Facciamo due conti: <<Dal primo minuto sono scesi in campo il classe ’93 Carlalberto Lo Greco, i ’92 Giulio Forte e Nicolas Jaluf e il ’91 Andrea Merlino. Nella ripresa sono entrati i ’94 Umberto Spaliviero e Marco Monfrino e in panchina avevamo anche i ’93 Adriano Nicita e Andrea Civita, il ’92 Paolo Falcetto e il ’91 Daniel Mate Gecse. Quest’ultimo è un pilone e fa parte della Nazionale ungherese. È venuto a Torino per studiare Economia e Commercio e, dopo l’infortunio di Clyde-Smith, come straniero potremo contare anche su di lui. Sono convinto che se non fosse uscito D’Angelo avremmo portato a casa l’incontro. Consideriamo che Lucas non è per noi un uomo qualunque, ma colui che detta i tempi, dà le disposizioni, garantisce ordine ai nostri schemi e, con la sua esperienza, trasmette tranquillità agli altri>.

Domenica prossima l’argentino non ci sarà e non sarà il viatico migliore per affrontare in trasferta alle ore 14,30 la capolista Hbs Colorno. «Heymans potrebbe rientrare contro il Valpolicella. Sarà indisponibile anche il pilone Roberto Modonutto che si è infortunato, dopo aver disputato un primo tempo fantastico. Avevamo contro la mischia più pesante del campionato e nei primi 20′ l’abbiamo addirittura dominata. Nel prosieguo le abbiamo comunque tenuto testa con notevole autorevolezza. Sono contento perché i ragazzi non hanno paura di nulla. Sappiamo che ce la possiamo giocare alla pari con chiunque, ma anche che subiremo altre sconfitte. L’obiettivo è di fare esperienza e salvarci, per poi consolidarci il prossimo anno. Con un pubblico caldo come quello che ci ha sostenuto sulle nuove tribune dell’Albonico contro il Vicenza non sarà comunque facile passare a Grugliasco in futuro».

Dunque domenica allo Stadio G. Maini di Colorno capitan Francesco Narcisi e compagni si troveranno di fronte la formazione che possiede il migliore attacco del girone B, con 211 punti, e la migliore difesa, con 101. «Faremo una partita a viso aperto, sfruttando la sfrontatezza dei nostri giovani. Gli emiliani, per conquistare il successo, dovranno sudarselo». 

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni