Rugby: il Cus Torino esordisce in Seria A con il botto

News Rugby

Pubblicato il: 08/10/2012



Esordio con il botto per il Ce.S.In. CUS Torino nel girone B della serie A. I ragazzi di coach Regan Sue al centro sportivo Angelo Albonico battono il CUS Padova, già loro avversario negli ultimi playoff, per 32-13 e sfatano anche un tabù. Nelle ultime tre stagioni alla prima giornata era sempre arrivata una sconfitta, in C1 contro il Milano e in B contro Sondrio e Biella. Questa volta i biancoblu (bella la nuova maglia), pur ancora privi del terza linea inglese Charlie Clyde-Smith, s’impongono con il bonus e l’andamento della sfida autorizza sorrisi senza confini. Gli universitari di casa sono in vantaggio già al 3′, grazie a una punizione di D’Angelo (3-0). Corre il 7′ quando una bella azione alla mano smarca Merlino sulla destra e il “mago” è bravo ad andare a segnare (8-0). Pinna dalla piazzola accorcia le distanze al 15′ (8-3). Il Ce.S.In. non trova resistenza in mischia e vince tutte le touche, con capitan Narcisi come sempre sopra le righe, nonostante non sia in perfette condizioni fisiche. Ottima anche la fase di placcaggio, che non consente chance ai veneti, in completo nero. Al 25′ una maul pare destinata alla meta, ma si spezza in due sul più bello e viene rimandata indietro. D’Angelo su piazzato al 29′ colpisce in pieno il palo destro. Subito dopo lo stesso centro fugge via e il suo scarico all’indietro viene intercettato da Rizzo. La mischia locale spinge ai 10 metri e al 34′ Minarello commette fallo e viene ammonito. Alla ripresa del gioco un’altra irregolarità ospite induce l’arbitro Claudio Castagnoli di Livorno ad assegnare la meta tecnica. D’Angelo trasforma per il 15-3. Il CUS Padova prova a reagire e al 37′ un rilancio non viene controllato al volo da Heymans, che dopo aver commesso “in avanti” scalcia la palla. Punizione che Pinna manda fra i pali (15-6). C’è ancora tempo al 39′ per un drop magistrale di D’Angelo (grande partita la sua), che fissa il parziale al riposo sul 18-6. Primo tempo esemplare per i padroni di casa, che al rientro in campo non accennano ad allentare la pressione. Al 5′ Alparone opera il break e viene placcato, recupera l’ovale Amadio e sul tentativo successivo Iacob sfonda e schiaccia a terra. D’Angelo va a segno con l’addizionale (25-6). Ancora rugby spettacolo al 12′, con una rapida azione alla mano che innesca Tinebra. L’ala lascia di sasso i rivali e va a depositare in mezzo ai pali, prima della trasformazione di D’Angelo (32-6). Solo al 17′ gli uomini del duo Collodo-Baratella trovano un’iniziativa degna di nota: duettano bene Zago e Pietrantoni, che viene stoppato, subentra Santinello che imbecca Pauletti per la meta della bandiera (trasforma Pinna per 32-13). I neri ora ci credono di più e iniziano a vincere qualche touche. Intorno alla mezz’ora prima Heymans e poi Narcisi nel giro di quattro minuti si prendono il giallo e in 13 contro 15 per il Ce.S.In. il compito di reggere le offensive avversarie diventa ostico. La difesa fin lì poco impegnata si conferma però impermeabile, ergendosi a protagonista e respingendo al mittente qualsiasi pallone. Finisce così al 48′ e l’esultanza per aver bagnato il debutto con un risultato e una prestazione del genere è totale. Difficile e ingiusto in questi casi fare graduatorie di merito. Primo gettone da titolare per il neoarrivato Forte, impiegato come apertura, mentre il suo concittadino Lo Faro rileva nella ripresa Martina come tallonatore. A Parma è atteso anche Clyde-Smith, presente a bordo campo al trionfo dei suoi nuovi compagni.

Guarda la fotogallery di Diego Barbieri http://www.sportduepuntozero.it/foto.php?foto=2&album=72157631714899905

 

 

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni