Tamburello, il Callianetto ospita il Medole e poi derby alessandrino

News Tamburello

Pubblicato il: 30/03/2012



Il confronto di cartello della 3.a giornata del massimo campionato maschile, in programma domenica 1 aprile, è tra i campioni uscenti del Callianetto e gli ambiziosi mantovani del Medole, tra le cui fila spicca l’ex di turno, Yohan Pierron.
La formazione astigiana del presidente Alberto Fassio, rinnovata rispetto al 2011 con l’arrivo di Manuel Festi, degli ex Andrea Petroselli e Riccardo Dellavalle e del tecnico Quinto Leonardi, è sulla carta anche nel 2012 la squadra da battere e già lo ha dimostrato in questo inizio di stagione, dove tra tornei e avvio di campionato non ha lasciato agli avversari nulla. Caccia pertanto teatralmente aperta al centesimo scudetto. Significativo in tal senso il risultato ottenuto domenica scorsa sul difficile campo di Monte, dove Manuel Beltrami e soci si sono imposti con un secco 13-3, segno di un buon stato di forma già raggiunto.

In terra astigiana arriva l’ambizioso Medole che con l’innesto di Yohan Pierron spera di poter fare quel salto di qualità tale da permettergli di contendere al Callianetto i massimi traguardi stagionali, certo è che, per raggiungere l’obiettivo, ci sarà da trovare il giusto amalgama, compito non facile affidato dal presidente Giuliano Crotti a mister Edoardo Facchetti. Il pronostico è dalla parte dei campioni d’Italia in carica, che cercheranno di sfruttare al meglio il terreno amico per continuare la propria marcia in vetta; per il Medole l’occasione di un primo test contro la squadra da battere, nel tentativo di ribaltare il pronostico, ma soprattutto di trovare il giusto assetto in campo e il migliore amalgama della squadra.
Sempre rimanendo in casa piemontese da seguire con interesse il derby alessandrino tra Carpeneto e Cremolino. La squadra di casa è reduce dal lunghissimo match di Sommacampagna, gara nella quale Samuel Valle e soci non sono riusciti a capitalizzare un largo margine e un vantaggio di 12-10 e 40-0, finendo per cedere al tie break ai veronesi. Positiva comunque la prova del Carpeneto, alla ricerca della forma migliore, nel tentativo di ritagliarsi un ruolo da protagonista in questa stagione. Due sconfitte consecutive per il Cremolino, prima a Castellaro, dove i piemontesi sono stati in partita fino all’8-7, prima di cedere nel finale, poi contro il Filago, campo dal quale sono in ogni caso usciti con un punto utile per muovere la classifica. Inutile sottolineare che sarà un campionato difficile per gli alessandrini, ma la squadra è giovane e con notevoli margini di miglioramento. Il pronostico è in favore del Carpeneto, chiamato a tornare alla vittoria.

di Roberto Bertellino

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni