Rugby: il VII si sblocca, sconfitta per il CUS Ad Maiora

News Rugby

Pubblicato il: 04/11/2018



La quarta giornata di serie A ha regalato al TK Group VII Rugby Torino la prima vittoria della stagione, sul campo di casa contro il CUS Genova. Un successo sofferto e ottenuto con il minimo scarto; 32-30, grazie a un calcio da centrocampo allo scadere realizzato da Troy Nathan. Il giocatore-coach neozelandese è stato assoluto protagonista dell’incontro, segnando anche l’ultima meta necessaria per riportare i gialloblu a contatto (29-30). La partita si è giocata su ritmi intensi e ha regalato anche pregevoli giocate e conseguente spettacolo. Gli ospiti sono partiti in vantaggio ma Settimo è passata a condurre con due mete di De Razza e Montaldo Lo Greco. Il CUS ha risposto a sua volta, prima che De Razza portasse i padroni di casa sul 22-17 di metà gara. La ripresa è stata un’autentica battaglia, con i liguri più propositivi e i torinesi costretti a difendersi. Due piazzati e una meta hanno spinto Genova a un passo dalla vittoria, prima dell’ultima parola di Troy Nathan.

Sconfitta in trasferta, invece, per l’Itinera CUS Ad Maiora Rugby 1951, sul difficile campo di Piacenza. I Lyons padroni di casa hanno vinto 31-16 e consolidato il primo posto nella classifica del primo girone di serie A. 18 i punti degli emiliani, seguiti dal Rugby Milano (14) e da ben quattro squadre a quota 11: CUS Genova, Accademia Nazionale Francescato, Rugby Parabiago e lo stesso CUS Torino. Attaccata al treno di testa anche Biella (10). Tornando alla partita di Piacenza, i cussini hanno concesso troppo nel primo tempo, segnando tre piazzati con Columba. Nella ripresa Bussolino ha segnato la meta del 24-16, riavvicinando i torinesi e dando loro l’energia necessaria per continuare a pressare la retroguardia avversaria. I ragazzi di coach Lucas D’Angelo non riescono però a sfruttare le occasioni create e subiscono la meta del definitivo 31-16. Si tornerà in campo in 2 dicembre e sarà derby tra VII Rugby e CUS Torino.

Risultati e classifica a questo link

Foto Diego Barbieri

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni