Podismo: Enzo Caporaso si prepara per un nuovo record

News Podismo

Pubblicato il: 10/07/2018



59 come l’anno di nascita, 59 come gli anni che compirà il prossimo 29 luglio, 59 come le maratone che intende correre in altrettanti giorni consecutivi tra il 7 settembre e il 4 novembre 2018. “Nonostante l’età sento ancora il desiderio di mettermi in gioco e così ho ideato il progetto ’59 alla terza’” afferma Enzo Caporaso, che non è nuovo a imprese di questo genere. Il 13 aprile del 2008 al termine della Turin Marathon entrò nel Guinness World Record per aver corso 51 maratone in altrettanti giorni consecutivi. Due anni dopo stabilì un nuovo primato, correndo 100 km per sette giorni di fila. Adesso, nel decennale del primo storico record – ancora imbattuto – Enzo vuole andare oltre.

Ogni giorno a partire dal 7 settembre correrà 42 km e 195 metri; a partire dalle 11, su percorso omologato e in gara ufficiale approvata dalla FIDAL, cui tutti potranno regolarmente iscriversi. Alcune maratone le correrà al parco Ruffini di Torino, sull’anello da circa 2 km che lo vide impegnato già nel 2008, altre a Milano, in luogo ancora da definire. Unica eccezione sarà il 6 ottobre, quando Enzo prenderà parte a un pezzo della 100 km delle Alpi, tradizionale gara organizzata da Il Giro d’Italia Run, la società di cui è presidente.

Per “collaudare” i due percorsi ha ideato due maratone ribattezzate “Run To Mi”; giovedì 12 luglio alle 19 scatterà quella al parco Ruffini, cui sono già iscritti una ventina di appassionati, mentre il 29 luglio – nel giorno del suo 59esimo compleanno – riproporrà la stessa gara sul percorso di Milano, a partire dalle 9. Non è casuale la scelta del 12 luglio come data per il primo test, perché dopodomani mancheranno proprio 59 giorni al 7 settembre.

Oltre alla diffusione del messaggio di salute e benessere legati alla corsa, tra gli obiettivi del progetto 59 alla terza c’è la realizzazione di una App in grado di tracciare un anello di 2109,75 metri in un qualsiasi parco del mondo, anello che percorso per venti giri sia proprio una maratona. Altro obiettivo è una raccolta di fondi promossa tra le organizzazioni di eventi, per devolvere parte del ricavato alla costruzione di una scuola in un paese del terzo mondo. Il bilancio di questa iniziativa chiamata “Scuola Maratona” è pubblico ed è già pubblicato in una sezione apposita del sito www.giroitaliarun.it, sito sul quale saranno pubblicati tutti gli aggiornamenti di 59 alla terza.

Il progetto è stato presentato in mattinata in Comune con interventi dell’Assessore allo Sport Roberto Finardi, di Paolo Gino, presidente del Club Super Marathon Italia, e del noto giornalista Gianpaolo Ormezzano, da molto tempo amico di Enzo Caporaso. “Non penso che le gambe saranno un problema” ha concluso Enzo, che si allena abitualmente e che ricorda molto bene le sensazioni vissute durante il record del 2008, “il ‘pericolo’ più grande sarà la testa, anche se ormai ho imparato a cacciare il pensiero ‘non ce la faccio più’”.

Luca Bianco

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni