Andrea e Francesca, due record e tanta voglia di migliorare

News Nuoto per salvamento

Pubblicato il: 14/06/2018



Non contento dei titoli e delle medaglie conquistate regolarmente nelle gare nazionali e internazionali, il movimento piemontese di nuoto per salvamento si sta anche costruendo un futuro di soddisfazioni, sfornando con continuità giovani talenti. Come Francesca Pasquino e Andrea Vivalda, di Ivrea e Torino rispettivamente; classe 2002 e tesserata per i Nuotatori Canavesani Francesca, di un anno più grande e portacolori della Sa-Fa 2000 Andrea. Entrambi sono tornati dai recenti Campionati Italiani Assoluti con uno splendido record del mondo Junior. Francesca Pasquino l’ha stabilito nei 200 super lifesaver con il tempo di 2’26”46, abbassando di oltre tre secondi il suo personale; Andrea nei 100 manichino pinne in 46”06, migliorando sé stesso di quasi un secondo e mezzo. Entrambi hanno firmato l’impresa nella finale Youth delle rispettive distanze, ma con le prestazioni nuotate avrebbero recitato un ruolo da protagonisti anche nelle finali assolute.

Sono volati a Riccione con l’unica certezza di aver lavorato tanto per uno degli appuntamenti più importanti della stagione, “quello che genera più tensione” assicurano, “ma anche quello che regala più adrenalina”. Tensione e adrenalina; la prima si è trasformata nella seconda, lanciandoli verso un grande risultato. “In batteria non ho nuotato al meglio, probabilmente troppo agitato e contratto” ricorda Andrea, “ma prima della finale il mio allenatore mi ha detto di crederci di più e sono andato al blocco di partenza con una mentalità diversa. Penso che la testa abbia fatto la differenza”. “Mi sentivo bene già in mattinata, concentrata e convinta, ma il record è stato ugualmente una sorpresa” racconta Francesca, “ho nuotato forte e anche le parti più tecniche della gara sono filate via senza intoppi”.

“In un anno e mezzo Andrea è migliorato di circa nove secondi sui 100 pinne, con un progresso costante gara dopo gara, e già a febbraio ai Categoria era andato forte” commenta Giorgio Cecchi, che allena Andrea dal gennaio del 2017, “sta crescendo anche in altre specialità del salvamento e insieme a lui stanno crescendo tutti i ragazzi della nostra squadra, già su buoni livelli ma ancora con un bel margine di miglioramento”. Lo dimostrano i risultati di tanti atleti, individuali e di staffetta, in piscina e al mare, che hanno portato la Sa-Fa 2000 nelle primissime posizioni delle classifiche per società.

Stesso discorso per i Nuotatori Canavesani guidati da Gianni Anselmetti, che è anche responsabile della nazionale giovanile e che ha in pratica visto “nascere” Francesca, seguendola a partire dalla scuola nuoto. “Francesca si è confermata sui suoi livelli e si è migliorata ancora (raccogliendo inoltre altre medaglie e il record italiano Junior dei 200 ostacoli)” sottolinea, “ma a Riccione tutta la squadra ha ottenuto risultati importanti, in progresso rispetto a quelli già buoni conquistati nelle ultime stagioni”. Piccola curiosità: Sa-Fa 2000 e Nuotatori Canavesani allenano le prove oceaniche in piscina e, in primavera e estate, al lago, rispettivamente di Avigliana e Viverone.

Tornando ai due giovani atleti, con i punti raccolti grazie ai propri piazzamenti Francesca si è qualificata per gli Europei Youth, a Limerick (Irlanda) dall’11 al 18 settembre; questi sono il grande sogno di Andrea, che spera in una convocazione che lo porterebbe per la prima volta in nazionale. Un sogno coltivato fin da bambino, quando entrò in piscina per la prima volta. Presto decise di dedicarsi al salvamento, incoraggiato dai buoni risultati ottenuti, e oggi può vantare un record mondiale. Così come Francesca, che ha già vestito la maglia azzurra nella passata stagione e che non sembra voler smettere di migliorare, come dimostra il record italiano Junior dei 50 manichino riscritto domenica scorsa ai Campionati Regionali.

Ha percorso parecchia strada – e parecchie vasche – da quelle prime bracciate nei corsi di nuoto. È cresciuta e ha ottenuto soddisfazioni anche nel nuoto “puro”, che in primavera l’ha vista impegnata ai Criteria Nazionali Giovanili e agli Assoluti. A fine mese sarà a Roma per il Sette Colli, poi insieme ad Andrea disputerà i campionati regionali; per entrambi sarà un banco di prova in preparazione all’estate di gare di salvamento, a caccia della prossima impresa.

Luca Bianco

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni