Ciclismo: Campionato Italiano femminile su strada, una corsa “reale”

Ciclismo News Sport Femminile

Pubblicato il: 14/06/2018



Tra una salita e una discesa, nel momento di massimo sforzo di una delle gare più importanti della stagione, non sarà facile apprezzare il panorama offerto dalla Palazzina di Caccia di Stupinigi e dai Castelli di Rivoli e di Agliè. Ma domenica 24 giugno questi si troveranno lungo il percorso, spettatori silenziosi e maestosi del Campionato Italiano femminile di ciclismo su strada, non a caso ribattezzato Gran Premio Residenze Reali. E saranno il valore aggiunto di una corsa che vedrà al via le migliori atlete in campo nazionale, promettendo di conseguenza grande spettacolo. L’evento tricolore sarà accolto dal Piemonte per il secondo anno consecutivo e per la prima volta sarà organizzato dall’ASD Rostese Rodman, in collaborazione con la Regione. Le atlete delle categoria Elite si misureranno su un percorso di quasi 118 kilometri e 1300 metri di dislivello complessivo; le Juniores su un tracciato di circa 78 km, con 300 metri in meno di salita. Entrambe le prove partiranno da Rivoli e si concluderanno ad Agliè.

«Un percorso impegnativo specialmente nel tratto finale – è stato il giudizio unanime degli addetti ai lavori. «Abbiamo scelto un tracciato in grado di fornirci indicazioni utili in vista dei Campionati del Mondo (a Innsbruck nell’ultima settimana di settembre ndr) – ha aggiunto Edoardo Salvoldi, Commissario Tecnico della nazionale femminile. «Sarà una corsa molto dura e selettiva dove l’ultima salita farà la differenza – ha sottolineato Elisa Longo Borghini, probabilmente la favorita per la vittoria finale. Piemontese di Ornavasso, classe 1991, Elisa ha raccolto tre titoli nazionali a cronometro e uno in linea, quest’ultimo proprio nella passata edizione dei tricolori; sempre nella prova in linea ha conquistato il bronzo iridato nel 2012 ed è salita sul terzo gradino del podio olimpico a Rio nel 2016.

È tesserata per la Wiggle-High5 e per le Fiamme Oro, gruppo sportivo per cui corre anche Elisa Balsamo, cuneese classe 1998 entrata l’anno scorso nella categoria Elite. A livello Junior Elisa ha vinto i Mondiali in linea nel 2016 e nello stesso anno si è laureata campionessa italiana e vicecampionessa europea, raccogliendo titoli e medaglie internazionali anche su pista. «Le scalatrici proveranno ad attaccare sull’ultima salita – ha aggiunto la 20enne atleta portacolori della Valcar-PBM – è la più lunga ed è situata a breve distanza dall’arrivo, ma i giochi si potranno comunque riaprire visto che prima del traguardo ci saranno ancora 20 km».

Con loro saranno al via la friulana Elena Cecchini (Fiamme Azzurre/Canyon-SRAM), campionessa italiana di specialità nel 2015 e nel 2016, e Sofia Bertizzolo (Fiamme Oro/Astana), campionessa italiana ed europea e argento mondiale Juniores nel 2014. Tra le Junior piemontesi da segnalare le giovani Arianna Corino, Alessandra Grillo, Matilde Vitillo (Racconigi Cycling Team) e Sonia Gai, tesserata per la Rostese Rodman “padrona di casa”. La partenza delle Juniores sarà alle 9, le Elite scatteranno alle 14. Saranno 250 in tutto, pronte a giocarsi il titolo italiano in un contesto speciale.

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni