Lo Sport Management è troppo forte, la Torino 81 si arrende alla Monumentale

News Pallanuoto

Pubblicato il: 10/02/2018



La prima giornata di ritorno della regular season di serie A1 non ha regalato soddisfazioni alla Torino 81, piegata 5-16 dallo Sport Management, secondo in classifica alle spalle della sola Pro Recco. Una squadra con ambizioni da finale scudetto e composta interamente da professionisti, mentre la Torino 81 – è bene ricordarlo – è composta per la maggior parte da ragazzi che studiano o lavorano. Sconfitta preventivata, dunque, per i gialloblu padroni di casa, che al di là del punteggio finale e delle sue dimensioni hanno comunque giocato una buona prima metà di gara (parziali 1-3 3-4 0-4 1-5). “Finché abbiamo retto dal punto di vista fisico abbiamo giocato abbastanza bene e siamo rimasti in scia” spiega coach Simone Aversa, “poi nella ripresa siamo calati, accusando un po’ di fatica per il tipo di preparazione che stiamo svolgendo. Il nostro obiettivo, del resto, è arrivare al cento per cento alle partite di marzo, nelle quali affronteremo le nostre dirette avversarie nella lotta per la salvezza”.

“Tornando al match di oggi” prosegue il tecnico torinese, “nel primo tempo abbiamo difeso e attaccato complessivamente bene, pur con qualche errore in entrambe le metà campo. 4-7 dopo due periodi è un buon parziale contro una formazione di questo calibro. Dopo il cambio campo abbiamo poi avuto più difficoltà ad attaccare la loro zona e allo stesso tempo abbiamo tirato male quando abbiamo trovato spazio”.

In avvio di match lo Sport Management passa in vantaggio con Petkovic sfruttando la prima superiorità numerica della partita dopo una ventina di secondi. Passano tre minuti e il portiere ospite Lazovic rilancia in campo aperto per Luongo, preciso nel testa a testa con Matteo Aldi, chiamato a sostituire l’indisponibile Andrea Rolle. Ma la Torino 81 è in partita, difende con energia e accorcia con il suo capitano Emanuele Azzi, prima della terza rete di Petkovic che chiude il primo quarto.

Un parziale di 0-3 in due minuti apre la seconda frazione e permette agli ospiti di allungare. I gialloblu riordinano le idee, bloccano le iniziative avversarie e segnano, chiudendo sotto 4-7 la prima metà di gara con un rigore trasformato da Francesco Gaffuri. Come detto, la ripresa è favorevole allo Sport Management, che vola sul 4-11 dopo tre quarti di partita e arrotonda il risultato negli ultimi otto minuti.

Sul tabellino dei marcatori gialloblu ci sono Gaffuri, autore di una doppietta, Pavlovic, Azzi e D’Souza. Tra i lombardi da segnalare il poker di Petkovic, la tripletta di Luongo, le doppiette di Mirarchi, Valentino e Figlioni, le reti di Panerai, Baraldi e Di Somma. La Torino 81 ripartirà tra due settimane dalla complicatissima trasferta contro la Pro Recco. Poi un altro week end di pausa, prima di un mese di marzo molto importante.

Luca Bianco

Reale Mutua Torino 81 Iren – BPM Sport Management 5-16 (1-3 3-4 0-4 1-5)
Torino 81: Raschini, Pavlovic 1, Gandini, Azzi 1, Maffè Oggero, D’souza 1 (1 rig.), Vuksanovic, Gattarossa, Novara, Gaffuri 2 (1 rig.), Lojacono, Aldi. All. Aversa
Sport Management: Lazovic, Di Somma 1, Blary, Figlioli 2, Fondelli, Petkovic 4, Panerai 1, Gallo, Mirarchi 2, Luongo 3, Baraldi 1, Valentino 2, Nicosia. All. Baldineti
Arbitri: Guarracino e Rovida
Usciti per limite rmdi falli: Lojacono e Maffè (Reale Mutua). Superiorità numeriche: Reale Mutua 2/11 + due rigori, Sport Management 6/10. Spettatori: 350. Espulso per proteste Gallo(Sport Management) nel secondo tempo.

Risultati e classifica della serie A1 a questo link

Foto di Tonello Abozzi

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni