Arrampicata Sportiva: la nazionale a Torino per iniziare il viaggio verso le Olimpiadi

Arrampicata News

Pubblicato il: 10/02/2018



Buenos Aires 2018, Tokyo 2020. Olimpiadi, giovanili e assolute. La nazionale italiana di arrampicata punta dritta ai Giochi, i primi della storia con l’arrampicata nel proprio programma. E parte da Torino, che ieri – proprio nel giorno della cerimonia di apertura delle Olimpiadi (Invernali) – ha accolto nel salone del CONI regionale la presentazione del Progetto federale di Preparazione Olimpica per l’anno appena cominciato. L’obiettivo è naturalmente qualificarsi per l’appuntamento a cinque cerchi di Tokyo – dopo aver già conquistato l’accesso a quello di Buenos Aires – e la nazionale lo perseguirà attraverso i Mondiali di Innsbruck, i Mondiali Giovanili in Canada, i Campionati Europei Giovanili e gli stessi YOG.

Tra i quattro azzurrini che voleranno in Argentina ci sarà Giorgia Tesio, giovane cuneese classe 2000 tesserata per la società Il Punto, campionessa europea nel 2015 e nel 2016, vincitrice quest’anno del Campionato Italiano e della Coppa Italia nella specialità boulder. “La formula della combinata per molti è stata una sorpresa” ha spiegato ieri, “ma a me non dispiace perché premia la completezza dell’atleta”.

Con i suoi 2745 tesserati il movimento piemontese dell’arrampicata è il più numeroso d’Italia e ha cresciuto ottimi atleti oggi in nazionale, su tutti il torinese Stefano Ghisolfi, protagonista a livello nazionale e in Coppa del Mondo ormai da diverse stagioni. A Torino è cresciuto sportivamente anche Marcello Bombardi, emiliano di origine ma arrivato sotto la Mole per frequentare l’università, oggi portacolori dell’Esercito e con in bacheca un oro nella tappa di Coppa del Mondo di Chamonix. “Sogno Tokyo” ha assicurato, “ci sono pochi posti disponibili, serviranno talento e naturalmente tanto spirito di sacrificio”.

All’incontro di ieri hanno partecipato anche Gianfranco Porqueddu, Presidente CONI Piemonte, Ariano Amici, Presidente FASI, Pietro Pozza, Direttore Tecnico della nazionale italiana di arrampicata sportiva, Andrea Bronsino, Presidente FASI Piemonte, e Andrea Mellano, fondatore e primo Presidente della federazione. Federazione che nella scorsa stagione ha avviato una programmazione in sinergia con il CONI e con il CERISM, dando vita a tre aree operative: la Nazionale Olimpica 2018, cui affluiscono gli atleti selezionati tra i Senior e i giovani Under 20; i Talenti 2020 e le Promesse 2024, mirate naturalmente alla crescita e alla formazione dei climber in vista delle prossime Olimpiadi.

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni