Tennis: Lorenzo Sonego all’esordio nelle qualificazioni degli Australian Open

News Tennis

Pubblicato il: 09/01/2018


tennis - Sonego

Con i match inaugurali del tabellone di qualificazione inizierà nella notte italiana il primo torneo slam della stagione. Fa sempre un certo effetto accendere la televisione avvolti nella nebbia o sotto la pioggia dell’inverno italiano – magari al buio – e scoprire un mondo di sole e di cielo azzurro, di caldo e di persone in maglietta. È l’estate di Melbourne, un mondo che vive 10 ore e 6 mesi avanti rispetto a Torino; il mondo degli Australian Open. Sarà l’esordio in un major per Lorenzo Sonego, torinese classe 1995, allievo di Gianpiero “Gipo” Arbino al Green Park di Rivoli. La sua avventura nella terra dei canguri comincerà domani sul campo numero 22 del Melbourne Park – quinto match in programma su quel campo – contro il brasiliano Thiago Monteiro, di un anno più grande, mancino e numero 118 del mondo. Esattamente 100 posizioni più in alto dell’azzurro, che come best ranking è giunto a ridosso della top 200 ATP (204) a inizio novembre.

In autunno Lorenzo Sonego ha vissuto probabilmente il miglior momento della sua carriera, a livello di gioco e di risultati. Il più importante è stato senza dubbio il titolo conquistato a metà ottobre nel Challenger da 64mila dollari di Ortisei, prima affermazione della carriera a livello Challenger impreziosita oltretutto dal successo al primo turno contro il top 100 slovacco Norbert Gombos. Nella settimana successiva Lorenzo ha sfiorato il bis, approdando in finale nel Challenger da 43mila dollari di Ismaning e arrendendosi al terzo set contro il tedesco padrone di casa Yannick Hanfmann, attuale numero 116 del mondo. In precedenza, nell’ultima settimana di settembre Sonego aveva conquistato il torneo Futures numero 31 di Santa Margherita di Pula (25mila dollari). Nella stessa località, a cavallo tra ottobre e novembre, ha poi raggiunto due finali consecutive in tornei analoghi, confermando il personale feeling con la cittadina sarda, nella quale aveva vinto i suoi primi due Futures nel 2015.

Lorenzo è partito per l’Australia negli ultimi giorni di dicembre e dopo un capodanno insolitamente “estivo” ha partecipato al Challenger da 75mila dollari di Playford, uscendo al primo turno contro il già citato Gombos al termine di una sfida molto combattuta e decisa al tie break del terzo set. Thiago Monteiro, avversario di domani, capace di arrampicarsi fino alla 74esima posizione del ranking mondiale nel febbraio del 2017, ha invece inaugurato il nuovo anno con gli ottavi di finale al Tata Open Maharashtra, ATP 250 indiano nel quale si è ritirato nel match con Kevin Anderson. Entrambi preferirebbero affrontarsi sulla terra, ma il cemento australiano potrebbe rappresentare un vantaggio per i migliori colpi di Sonego, servizio e diritto. Sono 128 i giocatori ai blocchi di partenza delle qualificazioni e dopo tre turni di partite 16 di loro accederanno al tabellone principale degli Australian Open.

A questo link l’intervista di Roberto Bertellino a Lorenzo Sonego, sul sito www.tennisjournal.it

Foto di Christian Minozzi

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni