Dopo il Bayern è il turno della capolista, Fiat Torino batte Brescia 95-86

Basket News

Pubblicato il: 07/01/2018



Dopo la lezione impartita martedì al Bayern Monaco la Fiat Torino mette in riga anche Brescia, prima nella classifica di serie A. Una (ex) capolista che a livello di risultati non sta vivendo un buon periodo e che oggi nella bolgia del PalaRuffini ha trovato la quarta sconfitta nelle ultime cinque giornate. Sul 95-86 conclusivo pesa come un macigno il parziale di 32-16 del primo quarto, che Torino ha costruito con il tiro dalla lunga distanza (6 su 9 dall’arco) e con una difesa molto attenta e pulita. Come accaduto nell’ultima uscita di EuroCup la Fiat Torino ha saputo mettere in campo una buona varietà di soluzioni; si è detto del tiro da tre, liberato con ottima circolazione di palla (30 gli assist totali), ma i gialloblu sono entrati con efficacia in area, quando la difesa avversaria è riuscita a arginare le conclusioni da lontano. Non sono mancate le giocate individuali, quando negli ultimi minuti sono “saltati gli schemi”. Torino è andata un po’ in difficoltà a rimbalzo ma in generale ha tenuto botta alla maggior fisicità di Brescia, proprio come accaduto in settimana contro il Bayern.

Gli ospiti hanno cambiato marcia a partire dal secondo quarto e nel finale hanno messo paura al PalaRuffini tornando a due soli possessi di svantaggio; i ragazzi guidati da Luca Banchi non hanno però mai perso la calma necessaria per portare a casa il risultato. Da sottolineare la prestazione di David Moss, autentico leader dei lombardi non soltanto per i 22 punti e i 7 assist messi a referto in 35 minuti di partita. Stesso minutaggio e stesso numero di punti per Lamar Patterson, capace però di percentuali di realizzazione decisamente migliori (7 su 8 da due e 2 su 3 da tre). 6 gli assist serviti dal numero 13 gialloblu, uno in meno di Sasha Vujacic e Peppe Poeta. In doppia cifra tra i torinesi lo stesso Vujacic (15) e Diante Garrett (14 con 4 triple su 6 tentativi), Antonio Iannuzzi (12) e Valerio Mazzola (10, tutti nel secondo quarto), che non hanno fatto sentire la mancanza di Trevor Mbakwe.

“Replicare la prestazione di martedì è stato un atto di forza” commenta coach Banchi, “la squadra ha acquisito consapevolezza e con la vittoria di oggi ha raggiunto un obiettivo importante come la qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia. Per quanto riguarda il match odierno i ragazzi sono partiti bene e hanno avuto il grande merito di non disunirsi quando nella ripresa le percentuali si sono inevitabilmente abbassate, anche per merito di un grande avversario che ha reagito con forza”.

Tre triple rispettivamente di Patterson, Vujacic e Garrett, un canestro in campo aperto e una schiaccia a due mani di Okeke sono i primi 13 punti di Torino, che va sotto nei primissimi minuti ma a metà del primo quarto è già avanti 13-6 e costringe coach Diana a fermare il gioco per la prima volta nel match. Torino doppia Brescia sul 20-10 e sul 24-12 e con la tripla di Jones sulla sirena fissa sul 32-16 una prima frazione scintillante. Il margine non cambia nel secondo periodo. Sotto di 20 a 8′ dall’intervallo Brescia prova ad accelerare; trova punti dall’arco con Landry e Moss e soprattutto difende con più energia, spendendo anche qualche fallo. I gialloblu non fanno una piega, sostituiscono le triple con le penetrazioni in area e trovano tanti punti anche dalla lunetta. In luce Mazzola, autore di tutti i 10 punti della sua partita.

Nella ripresa Torino rientra in campo sul 56-40 ma con meno energia in entrambe le metà campo; Brescia mantiene il gran ritmo del secondo quarto e si riavvicina fino al 61-53 grazie a un parziale di 7-0. Garrett dall’arco interrompe un digiuno di canestri di oltre quattro minuti. Nel finale una brutta palla persa permette agli ospiti di tornare a tre possessi (70-61), ma l’ultimo minuto è gialloblu, con un gioco da quattro punti di Vujacic e tre liberi di Washington che firmano il 76-63 della mezzora.

La partita diventa stupenda nel quarto periodo. Per diversi minuti Torino sembra in grado di gestire il vantaggio di una decina di punti, nonostante Vujacic e Washington siano richiamati in panchina per aver commesso quattro falli. Ma poi Brescia rientra di prepotenza in partita trascinata da Moss, miglior realizzatore della serata (insieme a Patterson) con 22 punti. Dall’82-73 seguono tripla di Moore, tripla di Okeke, tripla di Moss, tripla di Garrett, tripla di Moss (88-82), per un paio di minuti di grande qualità e spettacolo. Nelle ultime azioni Torino ritrova la lucidità necessaria per portare a casa due punti che valgono la qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia.

Statistiche del match a questo link

Classifica di serie A a questo link

Foto Diego Barbieri/Fiat Torino

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni