Gobee.bike, un nuovo bike sharing sbarca a Torino

Pubblicato il:   ·   Di: Luca Bianco

Tags: , , ,
Gobee.bike, un nuovo bike sharing sbarca a Torino

Verdi e con un portapacchi davanti al manubrio, con ruote piene anti foratura, luci anteriori e posteriori, secondo il codice della strada. Sono le biciclette di Gobee.bike, che a partire da giovedì 2 novembre circoleranno per Torino. Gobee.bike è un operatore di bike sharing a flusso libero e senza stazioni, già attivo a Hong Kong, Parigi, Lille e Bruxelles e adesso pronto per l’ingresso in Italia. Esordirà a Torino, città che nelle ultime settimane ha fatto parlare di sé più che altro per i suoi elevati livelli di traffico e di inquinamento. Ecco quindi una soluzione che difficilmente eliminerà questi problemi ma che sicuramente potrà contribuire alla loro mitigazione, a patto che venga accolta con favore da una cittadinanza molto spesso (e inutilmente) seduta a bordo delle proprie auto.

Come funziona Gobee.bike
Le biciclette di Gobee.bike non necessitano di stazioni di deposito; dopo l’utilizzo possono quindi essere lasciate in qualsiasi luogo pubblico adibito a parcheggio biciclette e bloccate manualmente con il lucchetto piazzato posteriormente. Un’applicazione per smartphone che sfrutta la tecnologia GPS, disponibile per Android e iOS, consente agli utenti di individuare una bicicletta e sbloccarla usando il codice QR univoco presente su ogni mezzo. Le biciclette sono dotate di sensori e di un sistema di allarme integrato, che permette a Gobee.bike di rilevare eventuali usi impropri o l’abbandono in luoghi non adeguati. Possono inoltre essere sbloccate e utilizzate solo dagli utenti registrati.

Quanto costa
Il costo del servizio è di 50 centesimi per 30 minuti. Gli utenti che creano il loro account nelle settimane successive al lancio potranno beneficiare di un deposito cauzionale promozionale, fissato per il periodo iniziale a 15 euro. I pagamenti avvengono tramite carte di credito e principali metodi di pagamento elettronico.

Gobee.bike a Torino
A Torino Gobee.bike sarà inizialmente presente con alcune centinaia di biciclette e verrà gradualmente ampliato nelle settimane successive, in accordo e sinergia con l’amministrazione comunale. Gobee.bike intende inoltre lavorare con le associazioni no-profit di della città, per promuovere l’utilizzo delle biciclette come mezzo di trasporto sostenibile e per creare opportunità di lavoro per persone appassionate di ciclismo e meccanica. Le biciclette di Gobee.bike saranno presto accessibili anche attraverso l’applicazione Urbi.

L’idea
Gobee.bike è co-fondato e diretto da Raphael Cohen, imprenditore francese residente a Hong Kong. È qui che è stato sperimentato con successo, prima di approdare in Francia e in Belgio. Punti di forza del servizio sono semplicità, praticità e libertà di spostamento, tradotte nell’assenza delle stazioni per il prelievo e la riconsegna, nella tecnologia di utilizzo e nel… pedalare. “Una sfida di mobilità e sostenibilità” come l’ha definito Raphael Cohen, “che tiene conto degli aspetti sociali, ambientali ed economici e che favorisce uno stile di vita più salutare”.

Visita il sito di Gobee.bike

Foto di Alexis Leclercq Photographie

  • Condividi sui social

Lascia un commento per questo articolo



Notizie da Twitter

CERCA DOVE FARE SPORT
A TORINO E DINTORNI

Cerca il tuo sport a Torino e dintorni

Cerca il tuo sport, scegli l'impianto,
consulta la scheda e contatta direttamente
la società sportiva.


STAY TUNED!
Leggi tutte le notizie in tempo reale.
SEGUICI SUI SOCIAL!




Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni