Matteo Zucco e il titolo dei BlackBills: “il giorno più bello della mia vita sportiva”

Pubblicato il:   ·   Di: Luca Bianco

Tags: ,
Matteo Zucco e il titolo dei BlackBills: “il giorno più bello della mia vita sportiva”

5 luglio 2015. Al velodromo Vigorelli di Milano si gioca la finale del campionato di Seconda Divisione tra Hogs Reggio Emilia e Blacks Rivoli. È la prima volta che i Blacks si giocano il titolo. Pagano un po’ di tensione, non riescono a incidere in attacco né a entrare mai definitivamente in partita; nonostante una buona prova difensiva si arrendono 28-0 ai forti avversari. Passano 2 anni e il 9 luglio 2017, al Menti di Vicenza, il Silver Bowl mette nuovamente di fronte le stesse due formazioni che, come allora, si presentano all’ultimo atto senza sconfitte in stagione. I Blacks sono diventati BlackBills grazie alla fusione della prima squadra con i Bills di Cavallermaggiore, hanno in panchina un nuovo coach americano e una gran voglia di rivincita.

Entrano in campo più lucidi e tranquilli e passano presto in vantaggio. È un altro incontro rispetto a quello del 2015; i torinesi sanno di aver poche possibilità in un match “a inseguimento”, così partono forte in attacco e passano subito in vantaggio. Conducono per quasi tutta la sfida, ma l’epilogo rischia di essere lo stesso di due anni fa perché nel quarto quarto gli Hogs trovano due touchdown consecutivi e si portano avanti a pochi minuti dal termine. Questa volta però il “destino” ha un disegno diverso e si materializza in campo nel giocatore con la maglia grigia numero 87: Matteo Zucco. Il quale raccoglie il kick off con cui gli emiliani riprendono il gioco e riporta il pallone nella end zone avversaria percorrendo almeno 80 yarde, praticamente tutto il campo.

“Il 29-28 è stato senza dubbio un brutto colpo per noi anche perché l’inerzia della partita era passata dalla loro parte” spiega Matteo, “ma non ci siamo persi d’animo e abbiamo messo tutte le energie fisiche e mentali nell’azione successiva. Il touchdown decisivo porta la mia firma ma è di tutta la squadra. I miei compagni hanno portato diversi blocchi per ‘aprirmi la strada’ e tutti insieme abbiamo realizzato un vero e proprio ‘big play’. In stagione non avevamo mai segnato su ritorno di kick off; ci siamo riusciti nell’ultima azione del campionato”.

Il resto l’ha fatto la difesa, reggendo l’ultimo urto degli Hogs e regalando alla società una fantastica vittoria e una soddisfazione altrettanto grande. “Il giorno più bello della mia vita sportiva” afferma Matteo Zucco, eletto MVP della finale (con altre due realizzazioni oltre a quella raccontata) e spesso decisivo nel corso della stagione con i suoi punti e le sue giocate.

Due sono state le novità rispetto agli anni passati: la fusione con i Bills, che ha reso la squadra più completa in ogni reparto, e coach Jeremy Brigham, ex giocatore in NFL con gli Oakland Raiders approdato sulla panchina rivolese. “Ha portato il suo metodo, la sua organizzazione e cura del dettagli” prosegue Matteo, “non siamo professionisti e per questo ci alleniamo soltanto tre volte a settimana, ma con lui siamo riusciti a sfruttare al meglio il poco tempo a disposizione. Naturalmente è stato decisivo anche nel corso delle partite, con le sue chiamate e la sua conoscenza del gioco”.

Matteo Zucco gioca a football americano da 15 anni, 13 dei quali trascorsi in prima squadra. È una bandiera dei Blacks e ora dei BlackBills, avendo sempre militato nella società di Rivoli tranne che in una stagione. Nel 2009 si trasferisce infatti a Bergamo per provare un’esperienza in IFL con i Lions. E ora che la Prima Divisione è stata conquistata sul campo potrebbe tornarci con la maglia che ha sempre indossato.

Alla prossima stagione penserà la società nel corso dell’estate; adesso è ancora tempo di godersi la vittoria e ripensare agli ultimi mesi. “Straordinari” conclude Matteo, “dieci vittorie consecutive e poi l’11esima in finale. Per quanto mi riguarda posso dire di aver dato tutto in allenamento e in partita ed è stato così anche per i miei compagni. Siamo sempre scesi in campo con la giusta tranquillità e determinazione, caratteristiche che anche contro gli Hogs hanno fatto la differenza”.

  • Condividi sui social

Lascia un commento per questo articolo



Notizie da Twitter

CERCA DOVE FARE SPORT
A TORINO E DINTORNI

Cerca il tuo sport a Torino e dintorni

Cerca il tuo sport, scegli l'impianto,
consulta la scheda e contatta direttamente
la società sportiva.


STAY TUNED!
Leggi tutte le notizie in tempo reale.
SEGUICI SUI SOCIAL!




Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni