Bike Pride, una grande pedalata contro i luoghi comuni della bicicletta

Pubblicato il:   ·   Di: Luca Bianco

Tags: ,
Bike Pride, una grande pedalata contro i luoghi comuni della bicicletta

“In bici si impiega più tempo che in auto”, “la bici va bene la domenica per praticare un po’ di sport”, “la bici non fa così bene al fisico”, “in bici respiro l’inquinamento”, “investire sulla bicicletta non genera vantaggi economici”, “per diminuire traffico e inquinamento non basta utilizzare più biciclette”, “andare in bicicletta in città è pericoloso”, “in bici non posso andare a fare la spesa”, “non posso portare i bambini a scuola con la bicicletta”. L’ottava edizione del Bike Pride, in programma domenica 2 luglio con partenza e arrivo al Parco del Valentino, avrà tra i suoi obiettivi anche quello di sfatare i tanti luoghi comuni e le numerose notizie non vere attribuite all’utilizzo della bicicletta.

A elencarli e smentirli uno alla volta – con tanto di numeri, citazioni di studi o di ricercatori e sulla base di quanto accade in altri stati europei più “evoluti” da questo punto di vista – sono proprio gli esponenti dell’Associazione Bike Pride Fiab Torino, organizzatori della grande pedalata collettiva di domenica prossima. Il ritrovo è nella zona dell’arco di corso Vittorio, poco prima del ponte. Alle 15.30 partirà una 13 km in bicicletta, lungo il Po e corso Regina Margherita, attraverso corso Svizzera e corso Tassoni, via San Donato, corso Bolzano, Matteotti, Re Umberto e Vittorio Emanuele II, fino al ritorno al Valentino intorno alle 17.30.

“La scarsa informazione genera scetticismo su un mezzo come la bici che al contrario porta soltanto benefici ambientali ed economici” sottolinea Fabio Zanchetta, Presidente di Bike Pride Fiab Torino, “vorremmo inoltre un’azione simbolica ma concreta dell’Amministrazione Comunale, una serie di interventi – a bassissimo costo e già realizzati con successo in molte città – che rendano uno spazio pubblico (come un controviale o una zona di un quartiere) più vivibile e meno fruibile dalle auto”. Questo primo passo, secondo l’Associazione, dovrebbe essere l’inizio di una serie di provvedimenti che possano rendere Torino più sicura per ciclisti e pedoni.

La partecipazione a Bike Pride è naturalmente gratuita e aperta a tutti; per tutta la giornata di domenica (da mezzanotte per 24 ore) gli abbonati a TOBike potranno usufruire gratuitamente del servizio. La manifestazione ha ricevuto il patrocinio del Comune di Torino ed è completamente autogestita e finanziata dagli organizzatori tramite una campagna di crowdfunding cui ha contribuito parte della comunità ciclistica torinese (intesa come singoli individui e aziende). Domenica saranno tutti in strada e in sella alla propria bicicletta, numerosi e orgogliosi del loro mezzo di trasporto (e del loro stile di vita) ecologico e sostenibile.

Visita il sito di Bike Pride

Foto di Damiano Benedetto

  • Condividi sui social

Lascia un commento per questo articolo



Notizie da Twitter

CERCA DOVE FARE SPORT
A TORINO E DINTORNI

Cerca il tuo sport a Torino e dintorni

Cerca il tuo sport, scegli l'impianto,
consulta la scheda e contatta direttamente
la società sportiva.


STAY TUNED!
Leggi tutte le notizie in tempo reale.
SEGUICI SUI SOCIAL!




Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni