Serie B femminile, l’Aquatica manca i playoff ma la stagione è ugualmente positiva

Pubblicato il:   ·   Di: Luca Bianco

Tags: ,
Serie B femminile, l’Aquatica manca i playoff ma la stagione è ugualmente positiva

È ormai trascorso qualche giorno dall’ultima sconfitta in campionato dell’Aquatica, quella che ha chiuso alle ragazze torinesi la porta dei playoff per la promozione in A2. L’amarezza del post partita, per un risultato maturato soltanto ai rigori, è ormai alle spalle; ciò che invece appare nitida nella testa delle giocatrici è la consapevolezza di aver disputato un’ottima stagione. “Abbiamo lavorato molto e siamo cresciute altrettanto” assicura il capitano Elisa Catto, “sei mesi fa i playoff erano poco più che un sogno, ma settimana dopo settimana si sono trasformati in un obiettivo concreto e li abbiamo praticamente raggiunti”. È mancato un passo, cioè la vittoria nello spareggio contro il Lerici 1954, ma intanto le ragazze guidate da Ionut Cismaru hanno riportato l’Aquatica a giocare “oltre” la regular season, un risultato che mancava dal 2007.

L’ultima sfida di Rapallo è stata combattuta e ben giocata da entrambe le squadre e i tempi regolamentari si sono conclusi sul 6-6 (parziali 1-0 0-1 3-2 2-3). Le torinesi hanno condotto per gran parte della gara, passando in vantaggio nel primo quarto e salendo fino al 4-2 nel terzo. Nella frazione conclusiva si sono poi trovate sotto 6-5, ma hanno agguantato il pareggio e rimandato il verdetto ai rigori. Ben tre gol per Elisa Catto, poi a segno su rigore. Per l’Aquatica da segnalare anche le reti di Patumi, Cerello e Ortone.

“Abbiamo dato tutto quindi non possiamo rimproverarci granché” spiega Elisa, “si trattava della nostra prima partita da ‘dentro o fuori’ in assoluto, quindi forse abbiamo pagato l’inesperienza e sentito un po’ di tensione. Ci servirà da lezione per il futuro”. La volontà per la prossima stagione è ripetere la strada percorsa negli ultimi mesi. L’Aquatica ha superato il girone lombardo al secondo posto e sulle 12 partite giocate ne ha vinte ben 9, perdendo soltanto due volte contro la capolista Brescia e pareggiando in un’occasione a Parma.

È cresciuta moltissimo in difesa, un’arma in più decisiva per vincere tanti incontri, ma anche in fase offensiva ha compiuto passi avanti. E continuerà a lavorarci nelle prossime settimane, perché gli allenamenti proseguiranno – anche se più tranquilli – per gettare le basi in vista della nuova stagione. “Nel prossimo campionato non saremo più una sorpresa per le nostre avversarie” conclude Elisa, “partiremo con una nuova consapevolezza, ma con lo stesso entusiasmo e la stessa energia dell’annata appena conclusa”.

  • Condividi sui social

Lascia un commento per questo articolo



Notizie da Twitter

CERCA DOVE FARE SPORT
A TORINO E DINTORNI

Cerca il tuo sport a Torino e dintorni

Cerca il tuo sport, scegli l'impianto,
consulta la scheda e contatta direttamente
la società sportiva.


STAY TUNED!
Leggi tutte le notizie in tempo reale.
SEGUICI SUI SOCIAL!




Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni