Basket: Una Manital di carattere sconfigge Agrigento in gara4 e porta la bella a Torino

Basket News

Pubblicato il: 07/06/2015



Dopo 40 minuti incredibili con gli ultimi secondi al cardiopalma, la Manital PMS Torino sconfigge al PalaEmpedocle la Moncada Agrigento in gara4 delle finali playoff 76-78, pareggia la serie e porta la bella tra le mura amiche del PalaRuffini.

Un match equilibrato e combattuto all’ultimo sangue da entrambe le formazioni con i padroni di casa avanti nella prima metà di gara grazie a percentuali altissime da oltre l’arcoe Mancinelli e compagni, nonostante la buona difesa, costretti a rincorrere. Nel secondo tempo, e soprattutto a cavallo tra il terzo e il quarto quarto, i gialloblù si accendono improvvisamente e con i 2 americani da fuori e Mancinelli spalle a canestro sorpassano i siciliani e si costruiscono un vantaggio rassicurante.

In un palazzetto colmo di tifosi, però, i ragazzi di Ciani ci provano fino all’ultimo secondo con tanta grinta e cuore, rischiando di portare la partita ai supplementari. Torino però, alla fine, e non senza fatica, riesce ad intascare il risultato e a cambiare nuovamente il fattore campo. Mercoledì sera, al PalaRuffini, la partita decisiva.

CRONACA

ph. Diego Barbieri
ph. Diego Barbieri

In avvio di partita la Manital sembra molto determinata e con una difesa aggressiva vanifica la prima azione dei siciliani e si porta subito sul +2 con due canestri di Fantoni e Mancinelli. La Moncada si risveglia immediatamente e con 2 bombe di Dudzinsky e una di Evangelisti firma un parziale di 7-0 che vale il 13-6. Giachetti si accende e con uno splendido gioco a due con Fantoni porta i compagni alla parità a 1’55 dalla fine ma sono ancora Evangelisti in arresto e tiro e Dudzinsky da oltre l’arco a chiudere il quarto sul +7 (23-16).

La seconda frazione si apre con un mini break di 5-0 di Torino che vale il -2 ma ancora le alte percentuali da 3 dei padroni di casa non permettono ai gialloblù di concretizzare. Dopo 7 errori consecutivi Lewis segna la prima tripla della partita e porta la Manital in vantaggio a metà quarto (27-28). Le scarse percentuali ai liberi dei torinesi non permettono alla squadra di crearsi un buon vantaggio e il match prosegue equilibrato. Un’ennesima bomba di Williams riporta i padroni di casa in vantaggio e chiude il primo tempo sul 37-34.

Al ritorno dagli spogliatoi entrambe le formazioni non riescono a trovare la via del canestro per 2′. Tocca a capitan Rosselli dalla lunetta sbloccare il punteggio, subito seguito da una penetrazione di Giachetti che ribalta il risultato. Di nuovo Williams dall’altra parte porta i suoi a comando e il match prosegue in equilibrio. Una bomba di Miller e un tiro dall’area di Lewis rimettono i gialloblù in pista ma Evangelisti continua bucare la retina da tutte le parti del campo. Negli ultimi minuti però, la Manital, guidata da un grandissimo Mancinelli, si accende e si impone con un parziale importante che chiude il terzo quarto 51-60.

In avvio di ultima frazione le percentuali dei torinesi si alzano drasticamente e Miller e Giachetti portano i compagni in doppia cifra di vantaggio. Agrigento continua a lottare e con un’azione spettacolare derivante da 3 rimbalzi offensivi consecutivi da un tiro libero i padroni di casa segnano 4 punti in pochi secondi e in men che non si dica con un reverse di De Laurentis si riportano sul -6 e cambiano ancora una volta l’inerzia a 4′ dalla fine (64-70). Un antisportivo di Miller avvicina ancora di più i siciliani e Fantoni dalla lunetta fa un 0/2 pesantissimo. Mancinelli ai liberi riporta i suoi sul +4 ma Piazza risponde con un libero su 2 e Dudzinsky a 40” segna il-1. Giachetti subisce fallo a 23” e li segna tutt’e 2 e Torino è sul +3 ma l’ultima azione è della Moncada. Gli ultimi secondi sono giocati in lunetta: Piazza e Giachetti segnano sempre e a 6” dalla fine è il play agrigentino a tirare. Quello che accade dopo ha dell’incredibile. Piazza segna il primo e decide di sbagliare il secondo per tentare l’ultimo tiro; nella lotta a rimbalzo, però, la terna vede un fallo di Bruttini che porta Dudzinsky in lunetta con la possibilità di pareggiare. 0/2 e la Manital può finalmente festeggiare. La serie torna a Torino.

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni